Nuovo caso di infezione da virus Marburg in Uganda

 
Figura 1. Mappa dell'Uganda e localizzazione del caso confermato di MVD (identificato con una stella rossa)
Figura 1. Mappa dell'Uganda e localizzazione del caso confermato di MVD (identificato con una stella rossa)

Il 19 ottobre 2017 il Ministro della Sanità dell’Uganda ha informato che un caso di malattia da virus Marburg (Marburg virus disease - MVD) è stato confermato il 17 ottobre in Uganda dal Virus Research Institute (UVRI)1.

 

Si tratta di una donna di 50 anni del villaggio di Chemuron, distretto di Kween, sulle pendici occidentali del Monte Elgon nell’est del paese. La donna mostrava sintomi compatibili con una malattia virale emorragica ed è deceduta la notte del 11 ottobre 2017 nell’ospedale di Kapchorwa. L’indagine epidemiologica ha evidenziato che prima della morte la donna aveva assistito il fratello, di 42 anni, deceduto il 25 settembre dopo aver mostrato sintomi simili. La donna aveva anche partecipato alla preparazione del corpo per il funerale. Il fratello era un cacciatore che nel corso della sua attività si spingeva anche all’interno delle caverne presenti nell’area, popolate da un alto numero di pipistrelli. In ogni caso non sono stati prelevati campioni dal fratello deceduto e, pertanto, non è stato possibile riferire con sicurezza tale decesso a MVD. Il Ministro della Sanità ha inviato un gruppo di esperti nell’area.

 

La malattia di Marburg è causata dal virus Marburg, un raro ma estremamente pericoloso patogeno in grado di causare una febbre emorragica che colpisce sia l’uomo che i primati non umani, come le scimmie e i babbuini. I reservoir del virus sono alcune specie di pipistrelli frugiferi (in particolare il pipistrello della frutta egiziano, Rousettus aegyptiacus), che non mostrano alcun sintomo a seguito d’infezione. I primati (incluso l’uomo) sono suscettibili all’infezione che può risultare letale in una alta percentuale di casi.

La malattia di Marburg è stata precedentemente osservata in Uganda nel 2014 (1 caso confermato, 1 morto) e nel 2012 (15 casi, 4 morti). Maggiori informazioni su MVD possono essere reperite nella pagina dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) dedicata a questa malattia2.

 

__________________

1 http://www.mediacentre.go.ug/press-release/press-statement-marburg-virus-disease

2 http://www.who.int/mediacentre/factsheets/fs_marburg/en/

 
 
 
© IZSAM Ottobre 2017
 
 
 
 
Notizie sull'argomento

Ancora tre tartarughe spiaggiate sulle coste abruzzesi e molisane nello scorso fine settimana

Con le tre carcasse di tartaruga marina comune (Caretta Caretta) rinvenute nel fine settimana, sale a 36 il numero di esemplari sottoposti ad autopsia dall’inizio dell’anno nella sede centrale dell’IZSAM.

 

L'Istituto al Convegno Nazionale AIVI di Milano

Rilevante il contributo dei ricercatori dell’IZSAM al XXVIII Convegno Nazionale AIVI “Attualità nell’igiene degli alimenti: stato dell’arte e prospettive future”, che si è tenuto a Milano, nel Palazzo della Regione Lombardia, dal 12 al 14 settembre.

 

Summer Shoal on Fish Ethology and Welfare

L’IZSAM ha partecipato al secondo incontro degli esperti europei dei settori acquacoltura e pesca, che si sono scambiati conoscenze sul benessere degli animali acquatici, tenutosi a Monfalcone (GO) i primi giorni di settembre.

 

 
 
 
 

Istituto Zooprofilattico Sperimentale

dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale"

 

Campo Boario | 64100 TERAMO | ITALIA

Telefono 0039.0861.3321 | Fax 0039.0861.332251

e-mail: archivioeprotocollo@izs.it

Posta elettronica certificata: protocollo@pec.izs.it

Partita IVA: 00060330677

Codice Fiscale: 80006470670