coperazione
 
 

L’Istituto è lo strumento tecnico-scientifico d’eccellenza nazionale di cui si avvalgono il Ministero della Salute e le Regioni Abruzzo e Molise per le attività di cooperazione nei settori della sanità pubblica veterinaria, igiene e sicurezza alimentare per un corretto equilibrio del rapporto uomo-animale-ambiente (One Health).

 

Dai primi anni ’90 l’IZSAM opera un scelta di politica internazionale, affiancando al proprio territorio di competenza l’ambito internazionale mediante la fornitura di servizi e prodotti ai Paesi del Sud del mondo. In virtù della nomina a Centro di Referenza Nazionale per lo studio e l’accertamento delle malattie esotiche degli animali (CESME), conferita nel 1991 dal Ministero della Salute, l’Istituto ha focalizzato la sua attività internazionale nel bacino del Mediterraneo e in Africa subsahariana, instaurando accordi di collaborazione finalizzati a una reciproca crescita tecnico‑scientifica. La policy della cooperazione a lungo termine dell’Istituto è fondata sulla reciprocità e sul coinvolgimento diretto del personale locale ai diversi livelli, evidenziando in questo modo l’importanza dei processi di sviluppo endogeno e partecipativo e sottolineando il ruolo di proposizione e attuazione che può essere assunto dai Governi locali.

 

Nel corso degli anni le attività di collaborazione dell’IZSAM si sono diversificate: dallo studio delle malattie infettive all’igiene degli alimenti e allo studio della presenza di residui negli alimenti, fino al supporto mediante sistemi informativi delle attività diagnostiche, epidemiologiche e correlate alla registrazione e identificazione degli animali.

 

D’intesa con il Ministero della Salute l'IZSAM riconosce la cooperazione internazionale come strumento essenziale per contribuire alla prevenzione delle malattie degli animali e garantire la salute pubblica, attraverso il controllo delle zoonosi e il trasferimento dei servizi e delle competenze necessari a rendere più sicuri i Paesi in via di sviluppo, da cui provengono i maggiori rischi.

 

L’IZSAM condivide l’impegno a perseguire gli obiettivi globali di sviluppo sostenibile, determinati dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, e considera la diminuzione della povertà e il miglioramento della salute pubblica tematiche trasversali nelle attività internazionali. Tenendo conto della crescente pressione che i Paesi meno sviluppati sul piano economico e istituzionale producono su quelli più avanzati nell’ambito della tutela della salute, l’Istituto riconosce l’esigenza di stabilire contatti inter istituzionali con i diversi Paesi e considera un elemento importante della propria linea operativa le relazioni con gli istituti dei Paesi in via di sviluppo (PVS) per il trasferimento delle conoscenze nei settori della veterinaria e della sicurezza alimentare

 

L’Istituto sta continuando a svolgere un ruolo sempre più funzionale al soddisfacimento della domanda in sanità pubblica veterinaria proveniente dai Paesi in via di sviluppo, cogliendo con essa le opportunità derivanti dalla collaborazione scientifica.

 

 

Ricerca, sviluppo e cooperazione nei rapporti internazionali

 

Responsabile: Massimo Scacchia, 0861332405, m.scacchia@izs.it

 

Laura De Antoniis - l.deantoniis@izs.it

 

Chiara Sensoli - c.sensoli@izs.it

 
 
 
© IZSAM Dicembre 2022
 
 
 
 
Notizie sull'argomento

A Teramo dall'Arabia Saudita

Dopo la sessione di novembre 2023, altri tre delegati dell’Arabia Saudita hanno trascorso un periodo di formazione in Istituto nell’ambito di un progetto di gemellaggio WOAH sull’Epidemiologia e l’Analisi del Rischio.

 

Che viaggio fa il virus West Nile?

Una ricerca scientifica condotta dall’IZS di Teramo, in collaborazione con l’Università di Trento, la Fondazione Edmund Mach e l’Istituto Pasteur di Dakar, ricostruisce la strada anche a doppio senso di marcia del virus che può infettare l’uomo.

 

Sorveglianza di agenti patogeni transfrontalieri

Si è svolto a Teramo il primo meeting di EcoSurv: il progetto cofinanziato dalla UE che mira a istituire un sistema di sorveglianza coordinato, dall’approccio One Health, per gli agenti patogeni transfrontalieri che minacciano l’Unione Europea.

 

 
 
 
 

Istituto Zooprofilattico Sperimentale

dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale"

 

Campo Boario | 64100 TERAMO | ITALIA

Telefono 0039.0861.3321 | Fax 0039.0861.332251

e-mail: archivioeprotocollo@izs.it

Posta elettronica certificata: protocollo@pec.izs.it

Partita IVA: 00060330677

Codice Fiscale: 80006470670