Workshop sulle indagini epidemiologiche

 

Il 3 novembre 2015, all’Auditorium Bellani del Ministero della Salute (Via G. Ribotta 5, Roma) si tiene il workshop sulle indagini epidemiologiche. L’evento è rivolto ai Servizi veterinari regionali, agli Osservatori epidemiologici regionali e agli Istituti Zooprofilattici Sperimentali deputati a trasferire ai Servizi veterinari dei rispettivi territori di competenza le nuove disposizioni relative alle misure di notifica e sorveglianza della Brucellosi Bovina e Ovicaprina, della Tubercolosi Bovina e della Leucosi Bovina Enzootica.

 

Il workshop offrirà l’occasione per approfondire i riferimenti normativi nazionali ed europei alla base del processo di analisi e revisione compiuto con l’approvazione dell’O.M. del 28 maggio 2015, nonché l’opportunità di chiarire le corrette modalità di notifica dei focolai e di esecuzione e registrazione delle relative indagini epidemiologiche nel Sistema Informativo delle Malattie Animali (SIMAN).

 

Oltre a sensibilizzare i partecipanti ad un utilizzo corretto ed efficace dello strumento dell’indagine epidemiologica, il workshop si prefigge l’obiettivo di raccogliere le osservazioni e i suggerimenti che emergeranno durante la sessione dedicata alla Panel discussion, organizzata con la finalità di condividere l’intero sistema di raccolta, registrazione e analisi delle informazioni epidemiologiche. Sarà inoltre valutata l’opportunità di costituire una rete di punti di contatto regionali responsabili dei flussi informativi relativi alle attività di epidemio-sorveglianza.

 

Sono tre gli interventi di ricercatori del Centro di Referenza Nazionale per le Brucellosi dell’IZS dell’Abruzzo e del Molise. Alle 10:45 il dott. Fabrizio De Massis relazionerà su “L’indagine epidemiologica in focolai di malattie animali: finalità, tecniche e modalità di raccolta dei dati”. Alle 11:30 è in programma il secondo intervento del dott. De Massis dal titolo “L’indagine epidemiologica in focolai di Brucellosi: esempi pratici”. Alle ore 12:45 è prevista, infine, la relazione del dott. Angelo Cerella, “L’indagine epidemiologica su modello informatizzato: corretta compilazione e potenzialità”.

 

Galleria fotografica dell'evento su Flickr

 

 

2 novembre 2015 (MG)

 
 
 
 
© IZSAM Agosto 2016
 
 
 
 
Notizie sull'argomento

Pubblicato il bando del X Premio Speciale IZSAM G. Caporale

La decima edizione del Premio per un filmato sulla relazione uomo-animale, nell’ambito del Premio Internazionale della Fotografia Cinematografica “Gianni Di Venanzo” è indirizzato agli studenti delle scuole italiane di ogni ordine e grado e delle Università.

 

Collaborazione con l'Università di Glasgow sulla Bluetongue

Il Centre for Virus Research dell’Università scozzese e l’IZSAM hanno sottoscritto un accordo quinquennale di collaborazione scientifica che ha portato a Teramo, per tre mesi, il veterinario patologo dott.ssa Vanessa Herder.

 

Benessere animale durante la macellazione di bovini, suini e ovini

Dal 19 al 22 febbraio si è svolto a Barcellona il primo dei 7 corsi di formazione, organizzato dall’IZSAM in partenariato con l’Università degli Studi di Milano, nell’ambito dell’Iniziativa “Better Training for Safer Food” della Commissione Europea.

 

 
 
 
 

Istituto Zooprofilattico Sperimentale

dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale"

 

Campo Boario | 64100 TERAMO | ITALIA

Telefono 0039.0861.3321 | Fax 0039.0861.332251

e-mail: archivioeprotocollo@izs.it

Posta elettronica certificata: protocollo@pec.izs.it

Partita IVA: 00060330677

Codice Fiscale: 80006470670