Biologia delle acque

 

 

Sanità delle specie ittiche, igiene dei prodotti della pesca, tutela degli ecosistemi dulciacquicoli e marini: da sempre l’IZSAM è impegnato nel controllo, lo studio, la gestione e la conservazione delle risorse acquatiche.

Nel corso degli anni le attività di biologia delle acque sono state svolte nella sede centrale di Teramo e in sedi distaccate quali quella di Giulianova (TE), presso la Torre di Cerrano (Pineto, TE), all’interno dell’Area Marina Protetta Torre del Cerrano, nella sede di Capestrano (AQ) e nel Centro Ricerche Ecosistemi Marini di Termoli (CB); con diversi progetti tra i quali il ripopolamento della fauna ittica, la sperimentazione di policolture negli allevamenti di mitili, gli incubatoi di valle per l’allevamento della trota e del gambero autoctoni per il ripopolamento dei fiumi, gli studi degli ecosistemi fluviali mediante l’utilizzo di bioindicatori, oltre ad attività didattiche, di formazione scientifica e consulenza tecnica.

 

Oggi le sedi di Capestrano e Torre di Cerrano non sono più attive, la biologia delle acque fa capo al Laboratorio Ecosistemi Acquatici e Terrestri che opera attraverso il Centro per la Biologia delle Acque di Teramo e il Centro Ricerche per gli Ecosistemi Marini e Pesca di Termoli.

 

L’IZSAM è l’Ente scientifico di riferimento per l’Area Marina Protetta Torre del Cerrano, dei Consorzi Gestione Vongole di Pescara e Ortona e del Co.Ge.Vo. di Ortona, fornisce consulenza ai Consorzi di Bonifica per le acque destinate a fini irrigui e alle Aziende acquedottistiche sull’applicazione di tecniche sperimentali di biotossicologia applicate alla verifica della qualità delle acque in continuo: ricopre lo stesso ruolo anche nei confronti dei due Consorzi di Gestione Vongole abruzzesi. Al Laboratorio afferiscono inoltre le attività di coordinamento finalizzate al recupero delle carcasse di mammiferi e rettili marini spiaggiati lungo le coste delle Regioni Abruzzo e Molise.

 

In materia di biologia marina e fluviale l’Istituto collabora a stretto contatto con gli Assessorati regionali competenti, le Capitanerie di Porto territoriali, le associazioni ambientaliste, di pescatori professionali, di pesca sportiva, dei balneatori e con tutti i portatori di interesse collegati agli ambienti acquatici. Senza dimenticare le convenzioni stipulate con l’Università Tor Vergata di Roma, l’Università de L’Aquila e l’Università di Teramo, finalizzate anche alla produzione di tesi specialistiche.

 
 
 
© IZSAM Luglio 2020
 
 
 
 
Notizie sull'argomento

Missione dell'Istituto in Tunisia

Il Direttore Generale D’Alterio e il Direttore Sanitario Migliorati si sono recati nel Paese nordafricano per discutere delle attività progettuali in corso e strutturare nuove collaborazioni per contrastare il Covid-19, attraverso la creazione di un polo scientifico.

 

Un progetto per semplificare il processo di utilizzo di cozze di provenienza comunitaria

Assoittica e IZSAM insieme per individuare un set di parametri chimico-fisici e  organolettici per valutare oggettivamente i tempi di stabulazione di mitili di provenienza comunitaria.

 

Divulgati da AdrioNet i numeri del recupero di tartarughe marine

Nel 2020 la Rete Adriatico-Ionica dei Centri di Recupero Tartarughe Marine, che coinvolge anche l’IZSAM, ha recuperato 483 animali vivi, monitorato 16 nidi, effettuato rilievi biometrici ed esami necroscopici su diversi esemplari trovati privi di vita.

 

 
 
 
 

Istituto Zooprofilattico Sperimentale

dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale"

 

Campo Boario | 64100 TERAMO | ITALIA

Telefono 0039.0861.3321 | Fax 0039.0861.332251

e-mail: archivioeprotocollo@izs.it

Posta elettronica certificata: protocollo@pec.izs.it

Partita IVA: 00060330677

Codice Fiscale: 80006470670