Fauna Selvatica

 

L'IZS dell'Abruzzo e del Molise vanta specifiche esperienze nei campi della ecopatologia della Fauna Selvatica e della Medicina Forense Veterinaria. Quest'ultima attività è svolta dal reparto Anatomo-istopatologia, Microbiologia Diagnostica, Parassitologia e Micologia e dal reparto Innovazione e Sviluppo.

Negli accertamenti di Medicina Forense l'Istituto fornisce adeguata assistenza tecnico-scientifica alle autorità di polizia giudiziaria nei casi di sospetti atti dolosi contro animali selvatici o domestici sottoposti a protezione.

 

L'attività relativa alla ecopatologia della Fauna Selvatica si esplica attraverso lo studio delle interazioni sanitarie tra animali selvatici e bestiame domestico nelle aree protette, lo studio delle malattie trasmesse da vettori e della gestione delle popolazioni selvatiche con particolare riferimento agli aspetti sanitari, genetici ed ecopatologici.

L'Istituto svolge un ruolo attivo nell'accertamento delle cause di morte di animali selvatici provenienti da Abruzzo, Molise ma anche dalle restanti regioni. L'attività di anatomo-istopatologia, oltre a determinare la causa di morte degli animali selvatici, fornisce informazioni utili alla conoscenza dello stato sanitario della Fauna Selvatica, anche in relazione ad eventuali contaminazioni ambientali.

 

Nella gestione della Fauna Selvatica d'interesse venatorio l'Istituto collabora con le amministrazioni provinciali e regionali per la redazione dei piani faunistici provinciali e dei calendari venatori regionali.

 
 
 
 
 
© IZSAM Luglio 2017
 
 
 
 
Notizie sull'argomento

Conservazione della seppia comune nelle acque costiere abruzzesi

Si svolge il 10 settembre il webinar, organizzato dall’IZSAM, che ha l’obiettivo di illustrare le azioni previste nel progetto volte a ripristinare la biodiversità degli ecosistemi marini nell’ambito delle attività di pesca sostenibili.

 

Nuove collaborazioni scientifiche tra IZSAM e Tunisia

In occasione della visita delle massime Autorità sanitarie e scientifiche del Paese nordafricano, mercoledì 8 settembre sono state illustrate in conferenza stampa le nuove collaborazioni tra l’Istituto e la Tunisia per contrastare le future emergenze.

 

Ricercatori della Tunisia a Teramo per il sequenziamento del SARS-CoV-2

Wasfi Fares dell’Istituto Pasteur e Awatef El Moussi dell’Ospedale Charles-Nicolle di Tunisi si sono formati in Istituto per migliorare la capacità di sequenziamento del genoma e delle analisi bioinformatiche dei laboratori tunisini.

 

 
 
 
 

Istituto Zooprofilattico Sperimentale

dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale"

 

Campo Boario | 64100 TERAMO | ITALIA

Telefono 0039.0861.3321 | Fax 0039.0861.332251

e-mail: archivioeprotocollo@izs.it

Posta elettronica certificata: protocollo@pec.izs.it

Partita IVA: 00060330677

Codice Fiscale: 80006470670