Progetto SILABFA

 

 

SILAB for Africa (SILABFA) è un’applicazione web, che utilizza un sistema informativo di supporto all’attività diagnostica di laboratorio, sviluppata dal personale informatico dell'IZSAM per i Laboratori dei Paesi africani. Il prototipo è stato presentato per la prima volta nell’aprile 2009 al Meeting Diagnostico della Southern African Development Community (SADC) di Windhoek, in Namibia.

Si tratta di un sistema di gestione delle informazioni di laboratorio (Laboratory Information Managements Systems - LIMS), di una funzione di registrazione elettronica automatizzata a supporto dell’attività diagnostica, importante per facilitare il processo di accreditamento del laboratorio, svolgere attività di sorveglianza epidemiologica e notificare rapidamente i focolai. SILABFA permette ai laboratori veterinari di tracciare i campioni dall’accettazione ai rapporti di prova, facilitando il collegamento tra i risultati diagnostici e la risposta sul campo attraverso il passaggio da sistemi cartacei a sistemi computerizzati. SILABFA è innovativo nel modo in cui è stato adattato alle impostazioni dei laboratori veterinari africani e consente l'interoperabilità dei dati, la standardizzazione dei test e l’armonizzazione. Quando possibile è stato valutato il suo collegamento ad altre banche dati nazionali, ad esempio con i sistemi di tracciamento nazionali o le applicazioni mobili.

 

Un sistema di gestione delle informazioni di laboratorio implementato con successo migliora l’accuratezza dei dati, aumentando la produttività del laboratorio e la sua efficacia complessiva. SILABFA consente di organizzare tutte le informazioni pertinenti al laboratorio, un rapido recupero dei dati e la stesura di rapporti: inoltre permette di rendere i dati accessibili ad altri, promuovendo così la collaborazione tra i dipartimenti. Nel corso degli anni questo software ha portato a un notevole miglioramento delle capacità di diagnosi e di allerta dei Laboratori africani, contribuendo a rendere più efficiente l’attività diagnostica e a rafforzare le capacità dei laboratori di sorveglianza epidemiologica e di allerta.

 

A novembre 2011 la Southern African Development Community ha riconosciuto SILABFA come il LIMS preferito dai Paesi della SADC e l’interesse regionale per il sistema continua a crescere; altri Paesi africani potrebbero presto richiedere la sua installazione e partecipare attivamente al progetto, investendoci di conseguenza.

A partire dal 2010 l’IZSAM ha dedicato consistenti risorse economiche e umane al progetto SILABFA, implementando il sistema informativo in diversi laboratori africani. Dal 2013 la FAO ha iniziato a finanziare il progetto in molti Paesi africani mediante fondi messi a disposizione dall’Agenzia degli Stati Uniti per lo Sviluppo Internazionale (USAID). La FAO sostiene l’idea che uno sviluppo più diffuso del LIMS nei laboratori di tutta la regione gioverebbe in larga misura alla gestione generale e al flusso di informazioni dei singoli laboratori, nonché alla qualità delle informazioni raccolte. Gestendo un sistema LIMS comune nella maggior parte dei Paesi del continente, le attività diagnostiche dei laboratori veterinari nazionali avranno l’opportunità di rafforzare la capacità di laboratorio per la sorveglianza epidemiologica e l’allarme a livello regionale e nazionale: un approccio, questo, in linea con il Regional Laboratory Networking che la FAO sostiene in Africa.

 
 
 
 
© IZSAM Aprile 2020
 
 
 
 
Notizie sull'argomento

Nuove collaborazioni scientifiche tra IZSAM e Tunisia

In occasione della visita delle massime Autorità sanitarie e scientifiche del Paese nordafricano, mercoledì 8 settembre sono state illustrate in conferenza stampa le nuove collaborazioni tra l’Istituto e la Tunisia per contrastare le future emergenze.

 

Ricercatori della Tunisia a Teramo per il sequenziamento del SARS-CoV-2

Wasfi Fares dell’Istituto Pasteur e Awatef El Moussi dell’Ospedale Charles-Nicolle di Tunisi si sono formati in Istituto per migliorare la capacità di sequenziamento del genoma e delle analisi bioinformatiche dei laboratori tunisini.

 

Il Direttore Generale in visita Istituzionale allo IAM di Bari

Il DG dell’IZSAM, Nicola D’Alterio, si è recato a Bari, giovedì 29 luglio 2021, in visita all’Istituto Agronomico Mediterraneo (IAM) di Bari. L’occasione è stata utile per incontrare la delegazione ministeriale albanese, guidata dalla Ministra dell’Agricoltura, Milva Ekonomi.

 

 
 
 
 

Istituto Zooprofilattico Sperimentale

dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale"

 

Campo Boario | 64100 TERAMO | ITALIA

Telefono 0039.0861.3321 | Fax 0039.0861.332251

e-mail: archivioeprotocollo@izs.it

Posta elettronica certificata: protocollo@pec.izs.it

Partita IVA: 00060330677

Codice Fiscale: 80006470670