L’IZSAM in Libano per un Twinning dell’Unione Europea

 

 

Si è tenuta a Beirut lo scorso 4 febbraio, la cerimonia di apertura del gemellaggio amministrativo dell’Unione Europea in Libano dal titolo "Strengthening the capacities of the Lebanese Ministry of Agriculture’s in the Field of Veterinary Services and Food Safety", finalizzato al rafforzamento istituzionale del Ministero dell’Agricoltura Libanese nel campo dei servizi veterinari e della sicurezza alimentare.

 

Il progetto, in particolare, vede coinvolti in partenariato, il Ministero della Salute italiano e l’IZS dell’Abruzzo e del Molise “G. Caporale”, assieme al Ministero dell’Agricoltura francese e all’Agenzia di formazione e cooperazione France Vétérinaire International.  

 

Un pool di esperti messo a disposizione dal partenariato Italia-Francia, opererà per un periodo di due anni nel Paese beneficiario, a stretto contatto con funzionari e tecnici libanesi. L’Italia, in particolare, impegnerà 38 esperti selezionati e coordinati dall’IZSAM e provenienti, oltre che dallo stesso Istituto, anche dal Ministero della Salute, da altri Istituti Zooprofilattici Sperimentali italiani e da alcune Regioni e ASL del Paese. Tutti i professionisti coinvolti vantano sia un’esperienza consolidata nella pubblica amministrazione e sia elevate competenze tecniche riconosciute a livello internazionale.

 

Il Kick off meeting si è svolto alla presenza del Direttore Generale del Ministero dell’Agricoltura Libanese, Louis LAHOUD, del responsabile della Sezione Economia e Sviluppo Locale della Delegazione dell’Unione Europea in Libano, Jose Luis VINUEZA e del rappresentante del CVO francese e responsabile per gli Affari Europei e Internazionali, Charles MARTINS-FERREIRA. Vi hanno preso parte, inoltre, il Responsabile della Direzione per le Risorse Animali del Ministero dell’Agricoltura Libanese, Elias IBRAHIM, in qualità di Capo Progetto per il paese beneficiario, il Capo Progetto per la componente francese, Catherine DUPUY e il Direttore Generale f.f. dell’Istituto, Nicola D’ALTERIO, in qualità di Capo Progetto per la componente italiana.

 

L’IZSAM era rappresentato inoltre, dal dirigente veterinario Fabrizio DE MASSIS, coordinatore delle missioni tecniche degli esperti italiani e dalla Dirigente della struttura Formazione e Progettazione Barbara ALESSANDRINI, leader della componente 3 del progetto, dedicata alla disseminazione dei contenuti del progetto ai servizi veterinari libanesi.

 

 

14 febbraio 2019 (CDI)

 
Visualizza la galleria
 
 
 
© IZSAM Febbraio 2019
 
 
 
 
Notizie sull'argomento

Webinar sulla Peste Suina Africana

Su richiesta della Regione Abruzzo l’IZSAM ha organizzato un corso di formazione on line, in programma il 28 gennaio, che mira a preparare gli operatori del sistema sanitario sull’identificazione precoce della malattia per prevenire l’ingresso e la diffusione dell’infezione.

 

Con il Progetto AIDEO ora è possibile prevedere aree a rischio per il virus della West Nile (WNV)

 

Con la conclusione del Progetto AIDEO, finanziato dall’Agenzia Spaziale Europea (ESA), è stato possibile realizzare un sistema di previsione, nello spazio e nel tempo, di aree a rischio per WNV.

 

 

Conclusa la collaborazione con la Regione Abruzzo per definire le aree marine sull'acquacoltura

Terminata la collaborazione tra l’IZSAM e la Regione Abruzzo volta a identificare e mappare le aree marine idonee e non alle attività di acquacoltura attraverso la sperimentazione dell’utilizzo di dati satellitari.

 

 

 
 
 
 

Istituto Zooprofilattico Sperimentale

dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale"

 

Campo Boario | 64100 TERAMO | ITALIA

Telefono 0039.0861.3321 | Fax 0039.0861.332251

e-mail: archivioeprotocollo@izs.it

Posta elettronica certificata: protocollo@pec.izs.it

Partita IVA: 00060330677

Codice Fiscale: 80006470670