Conferimento campioni

 

I campioni possono essere conferiti allo sportello del Reparto Accettazione e Controllo della sede centrale o delle sedi periferiche dell'Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale", distribuite nel territorio dell'Abruzzo e del Molise, dal lunedi al venerdi dalle ore 08:00 alle ore 13:45 e dalle ore 15:30 alle ore 17:00 e il sabato dalle ore 08:00 alle ore 12:00.

Si raccomanda di adottare nelle fasi di manipolazione e confezionamento le norme igienico sanitarie necessarie a evitare la contaminazione del campione e, in caso di rischio biologico, le norme di sicurezza, per evitare possibili e pericolose contaminazioni durante il trasporto e la consegna Documento in formato Adobe AcrobatMinistero della Salute - Circolare 8 maggio 2003 n. 3 (196 KB).

I campioni devono essere accompagnati dalla relativa richiesta (modulistica) che indichi con chiarezza: data del prelievo, dati del proprietario (comprensivo di indirizzo e codice aziendale qualora presente), tipologia del campione (matrice), dati identificativi della matrice, anamnesi, esami richiesti. La richiesta deve essere sottoscritta dal medico richiedente con firma leggibile e timbro. Il personale dell'accettazione valuta l'idoneità dei campioni in base alle analisi richieste e alla tipologia del campione inviato.

 

SANITÀ ANIMALE

Campioni di sangue

  • Esami sierologici. In provette VACUTAINER®: non emolizzati con coagulo; sieri a temperatura di refrigerazione o congelati;
  • Emoparassiti. In provette VACUTAINER®: addizionati con anticoagulante (EDTA), conferiti entro 72 ore dal prelievo;
  • Parametri chimico-clinici. In provette VACUTAINER®: non emolizzati con coagulo; sieri a temperatura di refrigerazione conferiti entro 24 ore dal prelievo; sieri congelati. Per la determinazione della glicemia, conferiti entro 3 ore dal prelievo se il sangue è con coagulo, a temperatura di refrigerazione;
  • Esami emocromocitometrici. In provette VACUTAINER®: addizionati con anticoagulante (EDTA), a temperatura di refrigerazione, conferiti entro 24 ore dal prelievo;
  • Determinazione del genotipo. In provette VACUTAINER®: addizionati con anticoagulante (EDTA), conferiti entro 3-4 giorni dal prelievo, a temperatura di refrigerazione;
  • Esami batteriologici o virologici. In provette VACUTAINER®: addizionati con anticoagulante (EDTA o litio-eparina), a temperatura di refrigerazione, conferiti subito dopo il prelievo.

 

Campioni di organo e tessuti

  • Esami batteriologici. In contenitori sterili a tenuta ermetica, a temperatura di refrigerazione, conferiti entro poche ore dal prelievo; per la ricerca di Campylobacter in contenitori sterili, a temperatura di refrigerazione, conferiti entro 2 ore dal prelievo, altrimenti in terreno specifico di trasporto;
  • Esami istologici. In contenitori a tenuta ermetica, raccolti in giornata, a temperatura di refrigerazione o fissati in formalina neutralizzata in quantità pari a 10 volte il volume della matrice da esaminare (la matrice deve essere suddivisa in frammenti di circa 1-2 cm 2 con spessore non superiore a 5 cm), non inviare materiale congelato;
  • Esami virologici. In contenitori sterili a tenuta ermetica, a temperatura di refrigerazione, conferiti entro 24 ore dal prelievo, altrimenti, a temperatura di congelamento;
  • Encefalopatie spongiformi trasmissibili (TSE) (midollo allungato - obex). In contenitori a tenuta ermetica, a temperatura di refrigerazione, conferiti entro 48 ore dal prelievo. Per la valutazione della contaminazione delle carni con tessuto nervoso centrale (tampone carni): in contenitori a tenuta ermetica, a temperatura di refrigerazione, conferiti entro 5 giorni dal prelievo.

 

Feci e urine

  • Esami batteriologici e parassitologici. In contenitori sterili a tenuta ermetica, a temperatura di refrigerazione, conferiti entro poche ore dal prelievo;  per la ricerca di Campylobacter in contenitori sterili, a temperatura di refrigerazione, conferiti entro 2 ore dal prelievo, altrimenti in terreno specifico di trasporto;
  • Esami virologici. In contenitori sterili a tenuta ermetica, a temperatura di refrigerazione, conferiti entro 24 ore dal prelievo, altrimenti, a temperatura di congelamento.

 

Tamponi e lavaggi

  • Esami virologici. In contenitori sterili a tenuta ermetica, a temperatura di refrigerazione, in terreno di trasporto per colture cellulari o in soluzione fisiologica con aggiunta di antibiotici, conferiti entro 24 ore dal prelievo, altrimenti, a temperatura di congelamento;
  • Esami batteriologici. In contenitori sterili a tenuta ermetica, a temperatura di refrigerazione, in terreno di trasporto;
  • Metrite equina contagiosa (CEM) (tamponi uretrali o utero-vaginali equini). In contenitori sterili a tenuta ermetica, in terreno di trasporto con carbone attivo, conferiti entro 48 ore dal prelievo, altrimenti, entro 2 ore in assenza di terreno di trasporto;
  • Ricerca Trichomonas sp. (lavaggio prepuziale e vaginale bovino). In contenitori sterili a tenuta ermetica, a temperatura ambiente o temperatura di refrigerazione, in terreno di trasporto, confezionati in foglio di alluminio o protetti dalla luce, conferiti entro 24 ore dal prelievo, altrimenti, entro 2 ore in assenza di terreno di trasporto.

 

Liquidi biologici (urina, essudati, trasudati)

  • Esami batteriologici. In contenitori sterili a tenuta ermetica, a temperatura di refrigerazione, conferiti entro poche ore dal prelievo; per la ricerca di Campylobacter in contenitori sterili, a temperatura di refrigerazione, conferiti entro 2 ore dal prelievo, altrimenti in terreno specifico di trasporto;
  • Esami virologici. In contenitori sterili a tenuta ermetica, a temperatura di refrigerazione, conferiti entro 24 ore dal prelievo, altrimenti, a temperatura di congelamento.

 

Carcasse di animali

  • Esami anatomo-patologici. In contenitori o sacchi a tenuta, conferiti in tempi brevi dalla morte.

 

Liquido seminale equino

  • Esami virologici. In contenitori a tenuta ermetica, in quantità minima di 20 ml, a temperatura di refrigerazione, conferiti entro 24 ore dal prelievo, altrimenti congelati.

 

Animali vivi

In casi particolari, previa intesa con il laboratorio, è possibile conferire animali vivi con sintomatologia evidente. In questi casi gli animali vengono sottoposti a visita clinica e, se necessario, ad eventuali prelievi. Se si ravvisa il pericolo di trasmissione di malattia infettiva, gli animali non vengono restituiti al proprietario e viene effettuata la segnalazione all'Azienda Sanitaria Locale competente per territorio.

 

Insetti/parassiti

  • Per identificazione. In contenitore a tenuta con il loro substrato, se vitali, a temperatura ambiente, conferiti entro 24 ore dal prelievo. In contenitore a tenuta, in alcol etilico 70% non denaturato, se morti, a temperatura ambiente, conferiti entro 30 giorni dal prelievo.


Campioni di origine umana
Devono essere accompagnati da richiesta del medico che attesti l'assenza di malattie infettive (HIV, epatite, ecc). L'imballaggio esterno di ciascun campione deve riportare le informazioni indicate nella  Documento in formato Adobe AcrobatCircolare 8 maggio 2003 n. 3 del Ministero della Salute(196 KB)

 

VACCINI STABULOGENI E AUTOVACCINI

La richiesta di isolamento dei ceppi per la preparazione dei vaccini stabulogeni e autovaccini deve essere corredata anche dal modulo vaccino stabulogeno autovaccino che deve accompagnare la carcassa animale o il materiale patologico.

 

IGIENE DEGLI ALIMENTI DESTINATI ALL'UOMO E AGLI ANIMALI

I campioni devono essere conferiti nel più breve tempo possibile dal prelievo e nel rispetto della temperatura di conservazione prevista dalla legislazione di riferimento. Per la verifica della temperatura di trasporto, i frigoriferi utilizzati devono contenere un flacone con glicole etilenico per i campioni refrigerati, altrimenti, con alcool per i campioni congelati. La misurazione viene effettuata dal personale del Reparto accettazione e controllo in presenza del cliente che rimane il tempo necessario all'espletamento dell'operazione di consegna e verifica.
Il personale del Reparto accettazione e controllo provvede alla verifica del rispetto dei criteri di campionamento previsti dalla specifica normativa vigente per le diverse tipologie di alimenti.

[ Modalità standard di misurazione della temperatura. Inserire la sonda di un termometro certificato nel frigorifero contenente il campione. Effettuare la lettura della temperatura sul display dopo 3' o dopo la stabilizzazione della temperatura. Registrare il valore della temperatura rilevata sull'apposito modulo].

 

CAMPIONI NON IDONEI

I campioni non idonei vengono eliminati dopo 10 giorni dal conferimento se non ritirati dal richiedente.
Il campione non è idoneo se:

 

  • ha subito, durante il periodo tra prelievo e consegna, fenomeni di alterazione che lo rendono incompatibile per le prove richieste;
  • non è stato prelevato secondo la normativa vigente;
  • non è stato opportunamente identificato e confezionato;
  • non è accompagnato dalla documentazione prevista;
  • la sua documentazione non riporta i dati richiesti;
  • non risponde ai requisiti specifici per le prove a cui deve essere sottoposto.

 

I campioni che non vengono conferiti con la documentazione prevista non sono inviati al laboratorio, ma conservati nel Reparto accettazione e controllo fino al ricevimento della documentazione mancante o della sua integrazione.

 

TEMPI DI REFERTAZIONE

I tempi di refertazione sono definiti, relativamente all'accertamento richiesto, in base alla tipologia e al numero dei campioni conferiti ed alla sede che effettuerà la prova.
Per conoscere i tempi di refertazione degli accertamenti, il cliente può rivolgersi al Reparto accettazione e controllo della sede presso la quale sono stati conferiti i campioni.

 
 
© IZSAM Marzo 2017
 
 
 
 
 

Istituto Zooprofilattico Sperimentale

dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale"

 

Campo Boario | 64100 TERAMO | ITALIA

Telefono 0039.0861.3321 | Fax 0039.0861.332251

e-mail: comunicazione@izs.it

Posta elettronica certificata: protocollo@pec.izs.it

Partita IVA: 00060330677

Codice Fiscale: 80006470670