Virologia e Colture Cellulari

 

Il reparto di Virologia e Colture Cellulari si occupa della diagnosi delle infezioni di origine virale degli animali domestici, selvatici e dei pesci, nonché delle malattie trasmissibili all’uomo (zoonosi). Il reparto eroga il servizio tramite l’impiego di metodiche di virologia classica e molecolare, con la collaborazione cruciale di altri reparti dell’Istituto e Centri di Referenza Nazionali (CRN).

Nell’ambito dei Piani nazionali predisposti dal Ministero della Salute, il reparto di Virologia partecipa alle attività di sorveglianza delle infezioni virali emergenti e riemergenti: negli anni ha acquisito una particolare competenza sulla diagnosi, caratterizzazione ed epidemiologia molecolare del virus responsabile della Bluetongue di cui è diventato, insieme ad altri reparti dell’Istituto, Laboratorio di Referenza OIE.

 

La capacità diagnostica è assicurata da partecipazioni a circuiti interlaboratorio nazionali e internazionali. Il reparto è in grado, inoltre, di controllare i vaccini prodotti dall’IZSAM e quelli prodotti all’esterno.

 

Oltre ai progetti attivi sulla Bluetongue, e più in generale, sulle malattie trasmesse da vettori, numerose sono le altre linee di ricerca attive che si traducono nella partecipazione in progetti in cui il reparto è capofila o partner:

 

Elenco progetti attivi

  • Approccio metagenomico per una diagnosi rapida ed accurata di alcune infezioni batteriche e virali. MSRCTE0114, principal investigator dott. Giovanni Savini.
  • Strategie innovative per la riduzione della sperimentazione animale: colture di espianti di tessuti e virus-istochimica. MSRCTE0415, principal investigator dott. Giovanni Savini.
  • Nuovi flussi diagnostici in sanità animale: dalla NGS alla banca antigeni. MSRCTE0617, principal investigator dott. Alessio Lorusso.
  • All-in-one: una nuova piattaforma microarray per la rilevazione rapida e simultanea di patogeni. MSRCTE0116, principal investigator dott. Cesare Cammà.
  • Detection of mosquito and Culicoides-borne viruses in Sardinia by innovative NGS-based techniques and evaluation of Bluetongue virus evolution-ArtOmic, Ricerca Finalizzata 2016, principal investigator dott. Giovanni Savini.
  • Promoting One Health in Europe through joint actions on foodborne zoonoses, antimicrobial resistance and emerging microbiological hazards. — One Health EJP (GA N.773830), coordinatore IZSAM dott. Giovanni Savini.

 

 
Visualizza la galleria
 
 
 
© IZSAM Luglio 2018
 
 
 
 
Notizie sull'argomento

Ennesimi casi di spiaggiamento sulle nostre coste

Il gruppo di lavoro specializzato nel recupero di cetacei e tartarughe spiaggiati, composto dagli esperti di IZSAM e del Centro Studi Cetacei, è intervenuto per il recupero di tre carcasse di tartaruga e di tre delfini sulle coste abruzzesi e molisane.

 

Potenzialità e criticità dell'Apicoltura

L’IZS dell'Abruzzo e del Molise ha presentato lo stato di avanzamento e la fruibilità dall’Anagrafe apistica nazionale al seminario organizzato dall’Osservatorio Nazionale Miele a Fico Eataly World di Bologna.

 

Determinazione delle specie animali nei prodotti alimentari

Il dott. Ouled Ahmed Hatem dell’Institut de la Recherche Vétérinaire de Tunisie si è formato in Istituto sui metodi di determinazione delle specie animali nei prodotti alimentari destinati al consumo umano.

 

 
 
 
 

Istituto Zooprofilattico Sperimentale

dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale"

 

Campo Boario | 64100 TERAMO | ITALIA

Telefono 0039.0861.3321 | Fax 0039.0861.332251

e-mail: archivioeprotocollo@izs.it

Posta elettronica certificata: protocollo@pec.izs.it

Partita IVA: 00060330677

Codice Fiscale: 80006470670