Sanità Animale

 

Di Sanità Animale, parte integrante della Sanità Pubblica, si occupano 4 reparti:

 

 

Le attività del Laboratorio Sanità Animale sono finalizzate alla salvaguardia della salute dell’uomo, attraverso la diagnosi delle malattie degli animali che sono trasmissibili agli animali e all’uomo. Esse vengono espletate nello spirito del recente Regolamento (UE) 2016/429 relativo alle malattie animali trasmissibili che all’Articolo 17 stabilisce che:

“I Laboratori di sanità animale cooperano sotto il coordinamento dei laboratori di riferimento dell'Unione, al fine di garantire che la sorveglianza, la notifica e la comunicazione delle malattie, i programmi di eradicazione, la definizione dello status di indenne da malattia, i movimenti di animali e prodotti all'interno dell'Unione, il loro ingresso nell'Unione e le esportazioni verso paesi terzi o territori previsti dal presente regolamento si basino su analisi, prove e diagnosi di avanguardia, solide e affidabili”.

 

All'interno del territorio di competenza, il Laboratorio svolge tali attività prevalentemente nell'ambito di Piani Nazionali di eradicazione e sorveglianza delle malattie infettive degli animali domestici e delle malattie comuni all’uomo e agli animali (Zoonosi) a supporto delle autorità competenti in materia sanitaria (Ministero della Salute, Regioni Abruzzo e Molise, Servizi veterinari del SSN, Sindaci).

Il Laboratorio offre inoltre supporto tecnico-scientifico agli allevatori, ai veterinari libero professionisti, a medici ospedalieri a Enti pubblici e privati per le problematiche sanitarie delle filiere alimentari (animali da reddito), degli animali da compagnia e della fauna selvatica, per la gestione di casi nosocomiali di malattie infettive zoonosiche e per i casi giudiziari di reati contro gli animali.

Esegue, infine, attività di ricerca finalizzate sia allo sviluppo di tecniche innovative per la diagnosi delle malattie animali che allo studio delle patologie correlate a virus, batteri, parassiti e miceti negli animali domestici e selvatici. Nel Laboratorio operano il Centro di Referenza Nazionale per le Brucellosi e i Laboratori di Referenza dell'OIE (Organizzazione Mondiale della Sanità Animale) per le Brucellosi, per la Bluetongue (BT), per la West Nile (WND) e per la Pleuropolmonite contagiosa bovina (PPCB).

Il Laboratorio è coinvolto in progetti di cooperazione con Paesi come Mauritania, Tunisia, Algeria, Marocco, Libia, Turchia, Brasile, Eritrea, Kenia, Nigeria, Namibia, Angola, Zambia, Botswana, Zimbabwe e Sud Africa, in un'ottica di accrescimento culturale reciproco e di scambio di esperienze professionali.

Personale del Laboratorio gestisce e organizza periodi di volontariato e tirocinio svolti da studenti di diverse Facoltà italiane e personale neolaureato in numerose discipline scientifiche.

 

Responsabile: Giovanni Savini, +39 0861 332440, g.savini@izs.it

 
 
 
 
© IZSAM Novembre 2018
 
 
 
 
Notizie sull'argomento

Gestione delle maxi emergenze veterinarie

Il CRN per l’Igiene Urbana Veterinaria e le Emergenze Non Epidemiche dell’IZSAM ha portato la propria esperienza al corso di formazione organizzato dalla ASL Toscana Centro, presso l’Agenzia per la Formazione di Sovigliana/Vinci, in provincia di Firenze.

 

L'Istituto al Congresso EAVLD

L’IZSAM ha partecipato a Brussels al 5° Congresso dell'Associazione Europea di Diagnostica di Laboratorio Veterinario, che ha l’obiettivo di promuovere la scienza veterinaria con particolare attenzione nei confronti dei laboratori diagnostici.

 

Seconda Conferenza Ministeriale Italia-Africa

L’IZSAM è stato invitato a partecipare alla Farnesina come eccellenza italiana. Alla manifestazione hanno partecipato 350 delegati.

 

 
 
 
 

Istituto Zooprofilattico Sperimentale

dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale"

 

Campo Boario | 64100 TERAMO | ITALIA

Telefono 0039.0861.3321 | Fax 0039.0861.332251

e-mail: archivioeprotocollo@izs.it

Posta elettronica certificata: protocollo@pec.izs.it

Partita IVA: 00060330677

Codice Fiscale: 80006470670