Sanità Animale

 

La Sanità Animale, parte integrante della Sanità Pubblica, rientra nelle competenze del Laboratorio Diagnosi Malattie Animali Trasmissibili (LADIMAT) che è strutturato nei 3 reparti:

  • Sierologia
  • Virologia
  • Microbiologia diagnostica, Anatomo-istopatologia, Parassitologia e Micologia

 

Le attività del Laboratorio sono finalizzate alla salvaguardia della salute dell’uomo, attraverso la diagnosi delle malattie degli animali che sono trasmissibili agli animali e all’uomo. Esse vengono espletate nello spirito del recente Regolamento (UE) 2016/429 relativo alle malattie animali trasmissibili che all’Articolo 17 stabilisce che:

“I Laboratori di sanità animale cooperano sotto il coordinamento dei laboratori di riferimento dell'Unione, al fine di garantire che la sorveglianza, la notifica e la comunicazione delle malattie, i programmi di eradicazione, la definizione dello status di indenne da malattia, i movimenti di animali e prodotti all'interno dell'Unione, il loro ingresso nell'Unione e le esportazioni verso paesi terzi o territori previsti dal presente regolamento si basino su analisi, prove e diagnosi di avanguardia, solide e affidabili”.

 

All'interno del territorio di competenza, il Laboratorio svolge tali attività prevalentemente nell'ambito di Piani Nazionali di eradicazione e sorveglianza delle malattie infettive degli animali domestici e delle malattie comuni all’uomo e agli animali (Zoonosi) a supporto delle autorità competenti in materia sanitaria (Ministero della Salute, Regioni Abruzzo e Molise, Servizi veterinari del SSN, Sindaci).

Il Laboratorio offre inoltre supporto tecnico-scientifico agli allevatori, ai veterinari libero professionisti, a medici ospedalieri a Enti pubblici e privati per le problematiche sanitarie delle filiere alimentari (animali da reddito), degli animali da compagnia e della fauna selvatica, per la gestione di casi nosocomiali di malattie infettive zoonosiche e per i casi giudiziari di reati contro gli animali.

Esegue, infine, attività di ricerca finalizzate sia allo sviluppo di tecniche innovative per la diagnosi delle malattie animali che allo studio delle patologie correlate a virus, batteri, parassiti e miceti negli animali domestici e selvatici. Nel LADIMAT operano il Centro di Referenza Nazionale per le Brucellosi e i Laboratori di Referenza dell'OIE (Organizzazione Mondiale per la Sanità Animale) per le Brucellosi, per la Bluetongue (BT), per la West Nile (WND) e per la Pleuro Polmonite Contagiosa Bovina (PPCB).

Il Laboratorio è coinvolto in progetti di cooperazione con Paesi come Mauritania, Tunisia, Algeria, Marocco, Libia, Turchia, Brasile, Eritrea, Kenia, Nigeria, Namibia, Angola, Zambia, Botswana, Zimbabwe e Sud Africa, in un'ottica di accrescimento culturale reciproco e di scambio di esperienze professionali.

Personale del Laboratorio gestisce e organizza periodi di volontariato e tirocinio svolti da studenti di diverse Facoltà italiane e personale neolaureato in numerose discipline scientifiche.

 

Responsabile: dott. Massimo Scacchia

 
 
 
 
© IZSAM Settembre 2016
 
 
 
 
Notizie sull'argomento

La gestione dei canili rifugio

In qualità di Centro di Referenza Nazionale IUVENE, l’Istituto organizza a Teramo un corso di formazione per identificare i requisiti, i processi gestionali e il corretto funzionamento dei canili, nel rispetto del benessere degli animali.

 

L'IZSAM all'Università di Pretoria, Sudafrica

Luigi Iannetti dell’Istituto e Clive Phillips dell’Università di Brisbane hanno tenuto lezioni nel corso di formazione sul benessere animale durante il trasporto, nell’ambito del Twinning OIE tra l’IZSAM e l’Università di Pretoria.

 

Transboundary Animal Diseases Diagnosis

FAO e International Atomic Energy Agency hanno organizzato un corso di formazione a Debre Zeyit, Etiopia, a cui ha partecipato in qualità di docente esperto di brucellosi Giuliano Garofolo dell’IZSAM.

 

 
 
 
 

Istituto Zooprofilattico Sperimentale

dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale"

 

Campo Boario | 64100 TERAMO | ITALIA

Telefono 0039.0861.3321 | Fax 0039.0861.332251

e-mail: comunicazione@izs.it

Posta elettronica certificata: protocollo@pec.izs.it

Partita IVA: 00060330677

Codice Fiscale: 80006470670