Rabbia

 

La rabbia continua ad essere presente tra gli animali selvatici in alcuni Stati membri dell'Unione Europea e nei Paesi terzi limitrofi. Nelle zone in cui la malattia è diffusa nella fauna selvatica l'infezione può essere trasmessa occasionalmente agli animali domestici, anche a quelli da compagnia. Per questo motivo l'UE ha mantenuto alto il livello di guardia, adottando misure volte a prevenire la trasmissione della malattia.

In Europa il controllo della rabbia negli animali è basato su norme nazionali e comunitarie, mentre la movimentazione di animali domestici (cani, gatti, furetti) è disciplinata dal Regolamento 998/2003, relativo alle condizioni di polizia sanitaria applicabili alla movimentazione a carattere non commerciale di animali da compagnia all'interno della Comunità e dai Paesi terzi nell'Unione Europea.
Sin dal 2001 l'Istituto G. Caporale, con Decisione 2001/296/CE che "autorizza determinati laboratori a controllare l'efficacia della vaccinazione antirabbica in alcuni carnivori domestici", è uno dei Laboratori italiani designati dalla UE per l'esecuzione della titolazione degli anticorpi nei confronti del virus della rabbia mediante:

 

  • Sieroneutralizzazione (FAVN TEST)
  • Immunofluorescenza

 

Documento in formato Adobe AcrobatModulo invio campioni(239 KB)

 
 
© IZSAM Ottobre 2016
 
 
 
 
Notizie sull'argomento

Ancora tre tartarughe spiaggiate sulle coste abruzzesi e molisane nello scorso fine settimana

Con le tre carcasse di tartaruga marina comune (Caretta Caretta) rinvenute nel fine settimana, sale a 36 il numero di esemplari sottoposti ad autopsia dall’inizio dell’anno nella sede centrale dell’IZSAM.

 

L'Istituto al Convegno Nazionale AIVI di Milano

Rilevante il contributo dei ricercatori dell’IZSAM al XXVIII Convegno Nazionale AIVI “Attualità nell’igiene degli alimenti: stato dell’arte e prospettive future”, che si è tenuto a Milano, nel Palazzo della Regione Lombardia, dal 12 al 14 settembre.

 

Summer Shoal on Fish Ethology and Welfare

L’IZSAM ha partecipato al secondo incontro degli esperti europei dei settori acquacoltura e pesca, che si sono scambiati conoscenze sul benessere degli animali acquatici, tenutosi a Monfalcone (GO) i primi giorni di settembre.

 

 
 
 
 

Istituto Zooprofilattico Sperimentale

dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale"

 

Campo Boario | 64100 TERAMO | ITALIA

Telefono 0039.0861.3321 | Fax 0039.0861.332251

e-mail: archivioeprotocollo@izs.it

Posta elettronica certificata: protocollo@pec.izs.it

Partita IVA: 00060330677

Codice Fiscale: 80006470670