Formazione in entomologia di sanità pubblica

 

 

Il 21 e 22 ottobre, al Centro Internazionale per la Formazione e l’Informazione Veterinaria (CIFIV) di Teramo, si è svolta la seconda sessione di formazione pratica nell’ambito del progetto “Rafforzare la formazione in entomologia di sanità pubblica degli operatori del SSN: identificazione, metodiche di sorveglianza e di controllo” finanziato dalla Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria del Ministero della Salute.

Le figure professionali formate - designate dalle Regioni Lazio, Umbria, Marche, Abruzzo e Sardegna - sono parte attiva del processo di potenziamento dell’entomologia di sanità pubblica e, a loro volta, andranno a formare ulteriori colleghi, consolidando la rete dei Focal Point a livello nazionale.

 

I reparti Formazione e Entomologia dell’IZSAM hanno coordinato il programma dei lavori, organizzando le esercitazioni di campo e di laboratorio in stretta collaborazione con il reparto di Malattie Trasmesse da Vettori dell’Istituto Superiore di Sanità e avvalendosi di un setting formativo specificamente progettato per favorire l’alternanza della formazione basata sulla dimostrazione e sulla pratica diretta.

 

Le esercitazioni di campo sono state effettuate in Provincia di Teramo, in collaborazione con i Servizi Veterinari, nei siti di cattura dove l’IZSAM effettua attività di sorveglianza entomologica delle arbovirosi. Un team qualificato di docenti e tutor didattici dell’ISS (Marco Di Luca, Francesco Severini, Luigi Gradoni, Gioia Bongiorno) e dell’IZSAM (Maria Goffredo, Adriana Santilli, Annamaria Conte) ha erogato formazione su temi quali: collocazione e attivazione delle trappole per zanzare e flebotomi nei siti di cattura, raccolta e gestione dei campioni per la ricerca di patogeni, manipolazione di larve e insetti adulti vivi, identificazione di specie dei vettori, analisi e gestione dei dati raccolti.

 

All’evento formativo ha partecipato anche Patrizia Parodi del Ministero della Salute con un intervento sulle linee guida europee relative alle malattie trasmesse da vettori. Al termine delle attività pratiche Silvia D’Albenzio dell’IZSAM ha relazionato sull’importanza della comunicazione del rischio nell’ottica di un piano strategico di gestione delle malattie trasmesse da vettori mentre il responsabile scientifico del corso, Giovanni Savini, ha tracciato le conclusioni e le prospettive future.

L’evento è stato accreditato ECM con 39,4 crediti per le figure professionali del medico veterinario, del medico chirurgo, del biologo, del tecnico sanitario di laboratorio biomedico, del tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro.

 

 

31 ottobre 2019 (MG)

 
Visualizza la galleria
 
 
 
© IZSAM Ottobre 2019
 
 
 
 
Notizie sull'argomento

SILAB for Africa

Un video realizzato dalle risorse interne dell'IZSAM racconta l’esperienza fatta in diversi Paesi africani con il Laboratory Information Management System, utilizzato al momento da 11 Paesi e dal 2013 finanziato dalla FAO nell’ambito del programma di aiuti USAID.

 

Brucella canis: descrizione della malattia e delle modalità di controllo

L'IZSAM ha reso disponibile un documento tecnico con la descrizione della malattia, la diagnosi, la terapia, la profilassi, gli aspetti di sanità pubblica e una proposta di algoritmo diagnostico per allevamenti canini infetti da B. canis.

 

Sorveglianza entomologica in Libia per la Rift Valley Fever

Si è conclusa la prima parte del corso eLearning progettato dall’IZS dell’Abruzzo e del Molise, in collaborazione con ERFAN, per conto della Commissione Europea per il Controllo dell’Afta Epizootica della FAO.

 

 
 
 
 

Istituto Zooprofilattico Sperimentale

dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale"

 

Campo Boario | 64100 TERAMO | ITALIA

Telefono 0039.0861.3321 | Fax 0039.0861.332251

e-mail: archivioeprotocollo@izs.it

Posta elettronica certificata: protocollo@pec.izs.it

Partita IVA: 00060330677

Codice Fiscale: 80006470670