La fatturazione elettronica obbligatoria da gennaio 2019

 

 

Dal 1° gennaio 2019 ci saranno importanti novità sulla fatturazione elettronica: l’obbligo di emissione di fatture elettroniche mediante il sistema di interscambio SdI fornito dall’Agenzia delle Entrate verrà esteso a tutte le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate tra soggetti privati (partite IVA e consumatori finali).

 

La Legge di Stabilità 2018 (L. 205 del 27 dicembre 2017) ha quindi introdotto nuove regole dal prossimo anno: per le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate tra soggetti residenti, stabiliti o identificati nel territorio dello Stato, e per le relative variazioni, saranno emesse esclusivamente fatture elettroniche utilizzando il Sistema di Interscambio e secondo il formato XML già in uso per la FatturaPA.

 

La fatturazione elettronica - che ha cambiato radicalmente il modo in cui si compilano, inviano, ricevono e conservano le fatture già dall’anno 2014 - è un sistema digitale di emissione, trasmissione e conservazione delle stesse, che permette di abbandonare per sempre il supporto cartaceo e tutti i relativi costi di stampa spedizione e conservazione. La fattura elettronica, in pratica, definisce un percorso unico standardizzato, grazie al Sistema di Interscambio (SdI) dell’Agenzia delle Entrate, che funge da snodo tra gli interessati e che ha il compito di verificare che il formato del documento ricevuto sia corretto e che i dati inseriti siano completi.

 

Risulta fondamentale – per poter adempiere alla trasmissione delle fatture elettroniche – disporre del codice destinatario composto da 7 cifre rilasciato dal Sistema di Interscambio SdI o, in alternativa, di un indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC).

 

Si ricorda che la casella PEC ovvero il Canale Telematico Accreditato (FTP o Web-Service) non dovranno essere necessariamente intestati all’operatore che deve ricevere la fattura elettronica, ma anche a uno o più intermediari.

 

Per facilitare le operazioni, l’IZSAM ha messo a disposizione dell’utente una modulistica da trasmettere a uno dei due indirizzi di posta indicati nel documento.

 

 

10 dicembre 2018 (CDI)

 
 
 
 
© IZSAM Dicembre 2018
 
 
 
 
Notizie sull'argomento

Riduzione delle emissioni inquinanti e sostenibilità ambientale

Consegnati all’Istituto i rapporti di prova sulle emissioni in atmosfera che attestano la riduzione delle emissioni inquinanti a due mesi dall’istallazione dei dispositivi “Tre D” della Dukic Day Dream sulle autovetture aziendali.

 

Formazione sulla spettrometria di massa

Si è svolto al CIFIV dell’Istituto di Teramo il corso di formazione rivolto ai tecnici impegnati nella determinazione di residui e contaminanti chimici negli alimenti, nonché dell’identificazione e quantificazione di proteine con metodi chimico-fisici.

 

Uniformità delle attività di diagnostica specialistica

Al via il corso di formazione sui principali protocolli in uso nell’ambito della diagnostica specialistica, finalizzato a promuovere modalità operative uniformi tra gli operatori delle diverse sedi dell’IZS dell’Abruzzo e del Molise.

 

 
 
 
 

Istituto Zooprofilattico Sperimentale

dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale"

 

Campo Boario | 64100 TERAMO | ITALIA

Telefono 0039.0861.3321 | Fax 0039.0861.332251

e-mail: archivioeprotocollo@izs.it

Posta elettronica certificata: protocollo@pec.izs.it

Partita IVA: 00060330677

Codice Fiscale: 80006470670