Torna il 17 febbraio la Festa Nazionale del GATTO

 

 

Ernest Hemingway ha scritto: “Ai gatti riesce senza fatica ciò che resta negato all’uomo: attraversare la vita senza fare rumore” … ma sarà veramente così?

 

E’ dal 1990 che in Italia e in Europa si celebra la Festa del Gatto il 17 febbraio, negli Stati Uniti il 29 ottobre, in Russia, invece, il 1 marzo; la data dell’8 agosto è quella scelta dagli amanti del gatto di tutto il mondo per festeggiare il felino, indetta nel 2002 dall’International Fund for Animal Welfare (Ifaw) e da altre organizzazioni per la tutela dei felini in casa!

 

Non ci sembra che IL GATTO voglia proprio “attraversare la vita senza fare rumore”!

 

La data del 17 febbraio è nata da un sondaggio proposto ai lettori dalla giornalista Claudia Angeletti sulla rivista “Tuttogatto”; la vincitrice, motivò la scelta del giorno e del mese asserendo che il mese di febbraio – secondo alcuni detti popolari – era definito “il mese dei gatti e delle streghe” e, peraltro, era anche il mese del segno zodiacale dell’Acquario, ossia degli spiriti liberi e anticonformisti come quelli dei gatti, che “non amano sentirsi oppressi da troppe regole”; il numero 17, invece, è stato da sempre considerato un numero portatore di sventura, stessa fama che, almeno nel passato, era riservata al gatto.

 

L’istituto Zooprofilattico dell’Abruzzo e del Molise “G. Caporale”, cura dal dicembre 2016 gli aspetti tecnico-scientifici del Museo del Gatto di Teramo “Paolo Gambacurta”, nato dalla passione del collezionista teramano e dal ricordo delle due sorelle, che hanno donato la collezione all’Istituto; il Museo, inaugurato il 20 dicembre 2016, grazie anche all’appoggio del Comune di Teramo – che ha messo a disposizione in centro storico la medievale Casa Urbani – e  al sostegno economico della Regione Abruzzo, continua ad essere per la città un piccolo e raro gioiello, rappresentando l’unico Museo dedicato in via esclusiva al felino in Italia.

 

Tra gli oltre 400 pezzi presenti nella collezione, non mancano oggetti con firme locali, come il dipinto dell’artista teramano Marco Chiarini, dal titolo “Gatto con due mele” (anno 1999), che raffigura un gatto bicromo con due mele rosse su una pavimentazione riflettente a scacchi. “Era il 1999”, precisa l’artista teramano, “ed era un periodo di grande studio artistico mentre frequentavo il liceo scientifico. Passavo tutta l’estate a dipingere da autodidatta lavorando sempre con la stessa tecnica (acrilico su tela) affrontando metodicamente vari soggetti. Avevo iniziato con le nuvole, poi con il finto marmo e stavo approcciando la figura animale proprio in quei mesi copiando soggetti da foto che scattavo in giro. Il protagonista del dipinto è quindi Nerone, il mio gatto di allora, immortalato giorni prima appositamente per riproporlo nel mio quadro”.

E se, per l’occasione, volete visitare il Museo del Gatto di Teramo, questo rimarrà aperto domenica 17 febbraio dalle ore 10.00 alle ore 13.00.

 

 

11 febbraio 2019 (CDI)

 
 
 
 
© IZSAM Febbraio 2019
 
 
 
 
Notizie sull'argomento

3a edizione di "Incontriamoci in Piazzetta"

Incontro guidato “CONOSCIAMO INSIEME IL GATTO RAGU’” a cura dell’IZS dell’Abruzzo e del Molise in collaborazione con il Comune di Teramo.
Museo del Gatto “Paolo Gambacurta” Teramo, 15 giugno 2019

 

Acqua e mutamenti climatici

Il 15 giugno, alle ore 19:00, si tiene a Teramo un convegno pubblico sul legame tra i mutamenti climatici e l’acqua, il “petrolio del futuro”, nell’ambito della 3a edizione della manifestazione “Donne Summer” in Piazza Sant’Anna. L’evento di taglio divulgativo è stato organizzato dall’IZSAM.

 

Progetto di gemellaggio con il CVL di Maputo

L’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS) ha finanziato un progetto di gemellaggio tra l’IZSAM e il CVL del Mozambico, finalizzato al rafforzamento del Laboratorio Veterinario Nazionale di Maputo nell’ambito delle attività diagnostiche correlate alla Sanità Animale.

 

 
 
 
 

Istituto Zooprofilattico Sperimentale

dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale"

 

Campo Boario | 64100 TERAMO | ITALIA

Telefono 0039.0861.3321 | Fax 0039.0861.332251

e-mail: archivioeprotocollo@izs.it

Posta elettronica certificata: protocollo@pec.izs.it

Partita IVA: 00060330677

Codice Fiscale: 80006470670