A Bruxelles riunione dei partner di POPCAT

 

 

A Bruxelles, il 21 marzo 2018, i partner di POPCAT si sono riuniti per verificare lo stato di avanzamento del progetto “Development of a cat management system for Flemish cities and communities based on an existing model” ad un anno dall’avvio. Progetto per la gestione delle popolazioni feline nelle Fiandre, avviato dall’Università di Gant in collaborazione con Odisee Hogeschool, l'Università di Anversa e l'IZSAM, finanziato dal Dipartimento Ambiente, Natura ed Energia del Governo Fiammingo. Nell’incontro sono stati esaminati anche i risultati preliminari del questionario online erogato alla cittadinanza dei 18 comuni aderenti all’iniziativa. Questionario realizzato con l’obiettivo di misurare il grado di accettazione pubblica nei confronti dei diversi approcci possibili, inclusi il ricovero degli animali in gattili piuttosto che l’istituzione di colonie feline in libertà.

 

Oltre l’80% dei partecipanti alla consultazione, in prevalenza amanti degli animali di sesso femminile, si sono dichiarati apertamente contrari alla soppressione eutanasica dei gatti randagi, prevista dalla legislazione fiamminga come misura di controllo delle popolazioni feline vaganti.

 

Sono a disposizione ancora sei mesi per dotare le amministrazioni interessate del modello costo-beneficio, sviluppato dall’IZSAM, che consentirà di definire i diversi possibili scenari e valutare i modelli di gestione più adeguati al contesto locale.

 

La protezione dei gatti in libertà e la prevenzione del randagismo felino suscitano da tempo un acceso dibattito internazionale in tema di benessere animale, salute pubblica e tutela ambientale. In sintonia con molti paesi Europei, anche il Governo Fiammingo ha affrontato questa problematica, tenendo conto di un aumentata sensibilità collettiva nei confronti degli animali e delle implicazioni etiche, economiche e socio-sanitarie legate alla loro tutela.

 

Ad oggi in Belgio, a fronte di una popolazione di circa 11,35 milioni di abitanti, si registra la presenza di almeno un milione e quattrocentomila cani e oltre due milioni di gatti, che contribuiscono ad alimentare rilevanti interessi economici e nello stesso tempo stimolano un crescente dibattito pubblico sulle possibili modalità di prevenzione e controllo del randagismo/vagantismo canino e felino in ambito locale, nazionale e comunitario, favorito da una progressiva attenzione a temi inerenti alla qualità della vita animale.

 

 

29 marzo 2018 (GM)

 
 
 
 
© IZSAM Marzo 2018
 
 
 
 
Notizie sull'argomento

Visita delegazione Tunisia

Sei docenti di tre Università della Tunisia hanno visitato le strutture dell’Istituto nell’ambito di un progetto europeo dell’Università di Teramo, finalizzato a migliorare la qualità degli studi sull’alimentazione dell’Istruzione Superiore tunisina.

 

L’IZSAM in Libano per un Twinning dell’Unione Europea

Il 4 febbraio si è svolta a Beirut la prima riunione operativa del progetto di gemellaggio amministrativo dell’Unione Europea in Libano che vede coinvolto anche l’IZS dell’Abruzzo e del Molise “G. Caporale”.

 

Torna il 17 febbraio la Festa Nazionale del GATTO

Il prossimo 17 febbraio verrà celebrata, per il 19° anno consecutivo, in Italia, la Festa Nazionale del Gatto: per l’occasione, il Museo del Gatto di Teramo “Paolo Gambacurta”, rimarrà aperto nella mattinata di domenica.

 

 
 
 
 

Istituto Zooprofilattico Sperimentale

dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale"

 

Campo Boario | 64100 TERAMO | ITALIA

Telefono 0039.0861.3321 | Fax 0039.0861.332251

e-mail: archivioeprotocollo@izs.it

Posta elettronica certificata: protocollo@pec.izs.it

Partita IVA: 00060330677

Codice Fiscale: 80006470670