In Nord Africa il secondo incontro del network ERFAN

 

 

L’IZS dell’Abruzzo e del Molise, sotto l’egida del Ministero della Salute italiano, ha organizzato a Tunisi il secondo workshop del network ERFAN “Strengthening ERFAN through the support of OIE Reference Laboratories/Collaboration Centres in the Arab Maghreb Union (AMU) Region”.

ERFAN, acronimo di Enhancing Research For Africa Network, è un’importante rete di collaborazione tecnico-scientifica, costituita su impulso dell’IZSAM, che coinvolge 13 Paesi dell’Africa sub sahariana e del Nord Africa.

Il workshop, indirizzato ai Paesi della regione dell’Unione Magrebina Araba (AMU), si è svolto il 3 e 4 maggio presso l’Hotel Golden Tulip di Tunisi a seguito della precedente riunione per i partner dell’Africa sub-sahariana - i Paesi della regione della Southern African Development Community (SADC) - tenutasi il 4 e 5 ottobre 2017 all’Università di Pretoria, in Sudafrica.

 

Il workshop di Tunisi ha visto la partecipazione dei rappresentanti di autorità nazionali competenti, laboratori e università di cinque Paesi AMU. Il potenziamento della rete ERFAN mira ad agevolare la creazione di reti di laboratori e scuole veterinarie per migliorare la ricerca e sostenere il trasferimento di know-how tra i Paesi africani, rafforzando la collaborazione tra i Paesi della regione SADC e quelli dell’Unione Magrebina Araba, tenendo conto degli accordi bilaterali, regionali, subregionali e interregionali esistenti e delle attività di collaborazione con l’IZSAM e il Ministero della Salute italiano.

Il workshop è stato utile per valutare i primi risultati del network ERFAN, pianificare nuove attività di ricerca, identificare le future aree di collaborazione e le priorità definite nei piani strategici nazionali, nonché definire il piano di lavoro per il periodo 2017-2021. Nello specifico le due giornate hanno fornito indicazioni utili su ipotesi progettuali riguardanti brucellosi, igiene degli alimenti e malattie trasmesse da vettori.

 

“Strengthening ERFAN through the support of OIE Reference Laboratories/Collaboration Centres in the Arab Maghreb Union (AMU) Region” ha fatto registrare la partecipazione di 26 delegati provenienti da Libia, Tunisia, Marocco e Mauritania di sei Istituzioni veterinarie, Facoltà di Medicina Veterinaria di Tunisi e di Tripoli. Pur non potendo partecipare all’incontro, l’Algeria ha ribadito il suo completo supporto al network. Tra gli altri sono intervenuti il Segretario Generale del Ministero della Salute, Romano Marabelli, nel ruolo di Consigliere e Sostituto del Direttore Generale dell’OIE; il responsabile dell’ufficio Sub Regionale OIE del Nord Africa Rachid Bouguedour e il dottor Alessandro Ripani, veterinario dell’IZSAM in forza alla Rappresentanza Sub Regionale OIE di Tunisi; Gounalan Pavade, responsabile dell’Ufficio che si occupa dei Twinning OIE; il delegato regionale FAO Mohammed Bengoumi; il CVO della Tunisia Malek Zrelli; Faouzia Chakiri Boulouiz dell’Unione Magrebina Araba e il delegato UE per la Libia.

 

Per l’IZS dell’Abruzzo e del Molise hanno preso parte all’incontro il Direttore Generale Mauro Mattioli, il Direttore Sanitario Nicola D’Alterio, gli esperti dei quattro Laboratori di Referenza OIE, del Centro di Collaborazione OIE e del Centro di Referenza FAO: Massimo Scacchia, Daniela Morelli, Giovanni Savini, Federica Monaco, Francesco Pomilio, Fabrizio De Massis e Antonio Petrini.

 

 

15 maggio 2018 (MG)

 
Visualizza la galleria
 
 
 
© IZSAM Maggio 2018
 
 
 
Notizie sull'argomento

Ennesimi casi di spiaggiamento sulle nostre coste

Il gruppo di lavoro specializzato nel recupero di cetacei e tartarughe spiaggiati, composto dagli esperti di IZSAM e del Centro Studi Cetacei, è intervenuto per il recupero di tre carcasse di tartaruga e di tre delfini sulle coste abruzzesi e molisane.

 

Potenzialità e criticità dell'Apicoltura

L’IZS dell'Abruzzo e del Molise ha presentato lo stato di avanzamento e la fruibilità dall’Anagrafe apistica nazionale al seminario organizzato dall’Osservatorio Nazionale Miele a Fico Eataly World di Bologna.

 

Determinazione delle specie animali nei prodotti alimentari

Il dott. Ouled Ahmed Hatem dell’Institut de la Recherche Vétérinaire de Tunisie si è formato in Istituto sui metodi di determinazione delle specie animali nei prodotti alimentari destinati al consumo umano.

 

 
 
 
 

Istituto Zooprofilattico Sperimentale

dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale"

 

Campo Boario | 64100 TERAMO | ITALIA

Telefono 0039.0861.3321 | Fax 0039.0861.332251

e-mail: archivioeprotocollo@izs.it

Posta elettronica certificata: protocollo@pec.izs.it

Partita IVA: 00060330677

Codice Fiscale: 80006470670