Dal Sudafrica per formarsi sulla tipizzazione molecolare

 

 

Barbara Glover e Betty Maphuti Ledwaba, dottorande del Dipartimento di Malattie Tropicali della Facoltà di Scienze Veterinarie dell’Università di Pretoria (Sudafrica), dal 9 al 20 luglio, hanno svolto in Istituto un percorso formativo focalizzato sullo studio dell’evoluzione molecolare dei ceppi di Brucella circolanti negli animali domestici e selvatici.

La visita è stata organizzata nell’ambito di ERFAN - Enhancing Research For Africa Network: la rete scientifica panafricana, costituita a marzo 2017 sulla base dell’esperienza acquisita dall’IZSAM nel settore della cooperazione internazionale in Africa e finanziata dall’OIE, a cui partecipano 17 Istituzioni veterinarie africane e 5 italiane.

 

L’obiettivo della formazione, articolata in una parte teorica e in una pratica, è stato lo studio dei test diagnostici e degli strumenti di epidemiologia molecolare per quanto riguarda la brucellosi. Barbara Glover e Betty Maphuti Ledwaba hanno avuto la possibilità di applicare le analisi a isolati di Brucella prelevati in Sudafrica, nell’ambito di specifici progetti di ricerca dell’Università di Pretoria.

I risultati delle elaborazioni eseguite presso i laboratori dell’IZSAM permetteranno di comprendere il ruolo della fauna selvatica africana, come il bufalo e l’antilope, e studiare accuratamente l’innocuità dei vaccini della brucellosi negli animali.

 

Durante la permanenza in Istituto, le ricercatrici sudafricane si sono confrontate con gli esperti di diversi laboratori dell’Istituto - quali Batteriologia, Sierologia, Biologia molecolare e tecnologie omiche - hanno rafforzato le conoscenze sull’applicazione delle più moderne tecnologie di sequenziamento NGS e di analisi del DNA microsatellite, acquisendo le capacità necessarie per elaborare e interpretare i dati basandosi su appropriati strumenti analitici.

 

 

26 luglio 2018 (MG)

 
Visualizza la galleria
 
 
 
© IZSAM Luglio 2018
 
 
 
Notizie sull'argomento

Io e i miei amici animali, nella vita e nell'arte

L’Istituto ha collaborato al progetto “Io, noi e la natura” della Scuola dell’infanzia “Via Brigiotti” di San Nicolò a Tordino (TE) con un intervento incentrato sull’adozione di comportamenti consapevoli, sui diritti degli animali e sui doveri degli uomini nei loro confronti.

 

Visita delegazione Tunisia

Sei docenti di tre Università della Tunisia hanno visitato le strutture dell’Istituto nell’ambito di un progetto europeo dell’Università di Teramo, finalizzato a migliorare la qualità degli studi sull’alimentazione dell’Istruzione Superiore tunisina.

 

L’IZSAM in Libano per un Twinning dell’Unione Europea

Il 4 febbraio si è svolta a Beirut la prima riunione operativa del progetto di gemellaggio amministrativo dell’Unione Europea in Libano che vede coinvolto anche l’IZS dell’Abruzzo e del Molise “G. Caporale”.

 

 
 
 
 

Istituto Zooprofilattico Sperimentale

dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale"

 

Campo Boario | 64100 TERAMO | ITALIA

Telefono 0039.0861.3321 | Fax 0039.0861.332251

e-mail: archivioeprotocollo@izs.it

Posta elettronica certificata: protocollo@pec.izs.it

Partita IVA: 00060330677

Codice Fiscale: 80006470670