Focolaio di influenza aviaria ad alta patogenicità negli uccelli in Germania

 
Figura 1. Focolaio di influenza aviaria ad alta patogenicità H5N6 in uccelli diversi dal pollame, compresi gli uccelli selvatici in un anatide trovato in territorio tedesco nel periodo di gennaio 2018
Figura 1. Focolaio di influenza aviaria ad alta patogenicità H5N6 in uccelli diversi dal pollame, compresi gli uccelli selvatici in un anatide trovato in territorio tedesco nel periodo di gennaio 2018

L’8 gennaio 2018 il capo dei Servizi Veterinari della Germania ha notificato all’OIE un focolaio di influenza aviaria ad alta patogenicità H5N6 negli uccelli a Bayern, Dachau. Il 4 gennaio 2018 il laboratorio nazionale, Friedrich-Loeffler Institute ha confermato la positività alla RT-PCR di un anatide (la specie non è stata identificata).

 

La carcassa dell’animale è stata smaltita sotto controllo ufficiale. L’unica misura di controllo applicata è stata il controllo degli uccelli selvatici reservoirs delle riserve naturali.

 

Dal 1 gennaio 2017 l'infezione da virus dell'influenza aviaria è notificabile all’OIE con la denominazione “Malattia da virus dell’influenza aviaria ad alta patogenicità in uccelli diversi dal pollame, compresi gli uccelli selvatici”. La nuova denominazione è stata stabilita in coerenza con i capitoli 1.3 e 10.4 del codice sanitario per gli animali terrestri dell'OIE, con lo scopo di garantire la trasparenza delle malattie degli animali a livello globale e salvaguardare il commercio internazionale di animali e prodotti di origine animale.

 

Per ulteriori approfondimenti è possibile consultare il sito web dell’OIE.

 

 
 
 
© IZSAM Gennaio 2018
 
 
 
 
Notizie sull'argomento

Benedizione degli animali

Il 17 gennaio, in occasione della Festa di Sant’Antonio Abate, l’IZS dell’Abruzzo e del Molise partecipa a Teramo alla benedizione degli animali organizzata a Porta Melatina dall’Associazione culturale Teramo Nostra.

 

I sistemi informativi geografici in ambito veterinario

Su richiesta del Ministero della Salute, l’IZS dell’Abruzzo e del Molise ha organizzato un evento formativo in modalità eLearning sui GIS che oggi rendono possibile lo sviluppo e l’applicazione di analisi spaziali e di sofisticati sistemi di sorveglianza in ambito veterinario.

 

Zoonosi trasmesse da carni di cinghiale

Nella Sezione diagnostica di Isernia dell’IZSAM si è svolta una giornata di formazione dedicata a due zoonosi derivanti dal consumo di carni di cinghiale: Epatite E e Trichinellosi.

 

 
 
 
 

Istituto Zooprofilattico Sperimentale

dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale"

 

Campo Boario | 64100 TERAMO | ITALIA

Telefono 0039.0861.3321 | Fax 0039.0861.332251

e-mail: archivioeprotocollo@izs.it

Posta elettronica certificata: protocollo@pec.izs.it

Partita IVA: 00060330677

Codice Fiscale: 80006470670