Aragosta nei fondali di Cologna

 
Aragosta (foto di Giuseppe Di Filippo)

Il 15 settembre 2009, durante un'immersione notturna sulle barriere artificiali sommerse di Cologna (TE), il signor Giuseppe Di Filippo si è imbattuto in una Aragosta.

Questo Crostaceo è segnalato "comune prevalentemente nel litorale roccioso profondo delle coste ripide tra i 40 e i 70 m di profondità (Riedl, 1991)" e quindi la sua presenza a 15 m di profondità, a meno di 3 miglia dalla costa, rappresenta una segnalazione di notevole importanza.

Le barriere artificiali di Cologna, costituite da massi e cubi in calcestruzzo, sono state istallate dalla Provincia di Teramo per la protezione e il ripopolamento delle risorse acquatiche a vantaggio della pesca professionale.


L'Istituto G. Caporale effettua un monitoraggio scientifico per verificare l'efficacia delle strutture ai fini del ripopolamento, basandosi su catture con reti da posta e con canne da pesca, in collaborazione con pescatori professionisti e pescatori sportivi. I risultati del monitoraggio stanno dimostrando che le aree interessate dalle barriere hanno una maggiore biodiversità, ospitando anche specie alloctone caratteristiche dei fondali rocciosi. La conferma arriva anche dai pescatori, professionisti e non, che frequentano la zona e si avvantaggiano della cattura di specie di pregio come Ombrine, Corvine, Saraghi, Pagelli e Tanute.
 
 
 
© IZSAM Agosto 2016
 
 
 
 
Notizie sull'argomento

Veterinary preparedness for natural disasters

La Commissione Europea ha pubblicato il report sulla risposta veterinaria alle catastrofi naturali, materia nella quale l’Italia è all’avanguardia per la sinergia tra Protezione Civile, Ministero della Salute e il CRN per l’Igiene Urbana Veterinaria e le Emergenze Non Epidemiche dell’Istituto.

 

l'Istituto G. Caporale presente ad Amsterdam alla 29^ Edizione dell'ECCMID

Dal 12 al 16 aprile ricercatori dell’IZSAM hanno preso parte alla 29^ Edizione del Congresso Europeo sui settori della Microbiologia Clinica, delle malattie infettive e del controllo delle infezioni (ECCMID).

 

OIE Animal Welfare Forum "Animal transport: a shared responsibility"

L’Istituto ha partecipato a Parigi al secondo Forum OIE sul benessere animale nel trasporto, dove ha relazionato sugli esiti del Twinning OIE con l’Università di Pretoria, Sudafrica, e sul network internazionale ERFAN.

 

 
 
 
 

Istituto Zooprofilattico Sperimentale

dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale"

 

Campo Boario | 64100 TERAMO | ITALIA

Telefono 0039.0861.3321 | Fax 0039.0861.332251

e-mail: archivioeprotocollo@izs.it

Posta elettronica certificata: protocollo@pec.izs.it

Partita IVA: 00060330677

Codice Fiscale: 80006470670