Sicurezza alimentare nei campi di accoglienza: 3 giorni di esercitazioni

 

 

Il Centro di Referenza Nazionale per l’Igiene Urbana Veterinaria e le Emergenze Non Epidemiche (IUVENE) dell’IZS dell’Abruzzo e del Molise ha preso parte alla prima esercitazione in Campania sulle procedure da seguire per  garantire la sicurezza alimentare alle persone ospitate nei campi di accoglienza in caso di calamità naturali: terremoti, alluvioni, ecc.

 

I partecipanti all’esercitazione, che si è svolta dal 29 al 31 maggio a Pertosa (in provincia di Salerno), hanno simulato diverse attività utilizzando la metodologia interdisciplinare One Health: da un episodio di tossinfezione alimentare alle procedure di disinfezione, disinfestazione e derattizzazione del campo; dai controlli della gestione delle cucine da campo (procedure di buone prassi igieniche dallo stoccaggio degli alimenti alla somministrazione dei pasti) alla dimostrazione delle procedure di potabilizzazione dell’acqua destinata a un’area di accoglienza.

È stata effettuata anche una simulazione di una grave tossinfezione nel campo di accoglienza per il consumo di alimenti contenenti la tossina prodotta dal clostridium botulinum, per cui è stato necessario attivare un’allerta ai sensi del Regolamento CE 178/2002, con trasmissione di una lista di commercializzazione che coinvolgeva tutte le ASL. La simulazione è stata finalizzata a verificare la prontezza del riscontro delle ASL e dell’U.O. territoriale preposti ad eseguire l’intervento.

 

Gli esperti di IUVENE hanno condiviso le esperienze operative e le buone prassi adottate nel terremoto di L’Aquila del 2009 e nei recenti eventi sismici che hanno colpito l’Italia centrale. All’esercitazione hanno partecipato anche rappresentanti degli Istituti Zooprofilattici Sperimentali di Campania, delle Venezie e di Marche e Umbria, delle Regioni Piemonte, Lombardia e Sardegna, del Servizio Veterinario militare, componente del Comando Logistico dell’Esercito Sanità militare, con esponenti del Nucleo di Supporto Veterinario Areale Sud di Napoli. Per la notevole esperienza in materia sono stati coinvolti tre dirigenti della Regione Emilia Romagna in qualità di Valutatori.

 

L’esercitazione è stata possibile grazie al Direttore dell’U.O.D. Prevenzione e Sanità Pubblica Veterinaria della Regione Campania, Paolo Sarnelli, che per l’organizzazione dell’evento ha attivato il Centro Regionale di Riferimento Veterinario per le Emergenze non Epidemiche (CeRVEnE) e il Centro Regionale per la sicurezza della ristorazione collettiva (CRIPAT).

 

 

11 giugno 2018 (MG)

 
Visualizza la galleria
 
 
 
© IZSAM Giugno 2018
 
 
 
 
Notizie sull'argomento

SILAB for Africa

Un video realizzato dalle risorse interne dell'IZSAM racconta l’esperienza fatta in diversi Paesi africani con il Laboratory Information Management System, utilizzato al momento da 11 Paesi e dal 2013 finanziato dalla FAO nell’ambito del programma di aiuti USAID.

 

Brucella canis: descrizione della malattia e delle modalità di controllo

L'IZSAM ha reso disponibile un documento tecnico con la descrizione della malattia, la diagnosi, la terapia, la profilassi, gli aspetti di sanità pubblica e una proposta di algoritmo diagnostico per allevamenti canini infetti da B. canis.

 

Sorveglianza entomologica in Libia per la Rift Valley Fever

Si è conclusa la prima parte del corso eLearning progettato dall’IZS dell’Abruzzo e del Molise, in collaborazione con ERFAN, per conto della Commissione Europea per il Controllo dell’Afta Epizootica della FAO.

 

 
 
 
 

Istituto Zooprofilattico Sperimentale

dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale"

 

Campo Boario | 64100 TERAMO | ITALIA

Telefono 0039.0861.3321 | Fax 0039.0861.332251

e-mail: archivioeprotocollo@izs.it

Posta elettronica certificata: protocollo@pec.izs.it

Partita IVA: 00060330677

Codice Fiscale: 80006470670