Il ricordo di Adriano Mantovani a sei anni dalla scomparsa

 

 

A marzo 2012, all’età di 85 anni, ci ha lasciati il prof. Adriano Mantovani, un maestro non solo della medicina veterinaria ma della medicina unica (One Medicine) come baluardo per la difesa della salute umana, animale e ambientale.

Il legame tra l’IZS dell'Abruzzo e del Molise e il prof. Mantovani ha radici antiche. In Istituto Mantovani arrivò poco più che ventenne nel 1949 e ci rimase fino al 1962, in qualità di assistente, aiuto e vice direttore. In proposito vale la pena riportare il ricordo che lo stesso Mantovani fece in occasione della pubblicazione della biografia del prof. Giuseppe Caporale: “La prima volta che ho incontrato Giuseppe Caporale è stato per caso ad un congresso della Società Italiana delle Scienze Veterinarie. Discutemmo un po' e Caporale chiese al prof. Messieri di farmi concorrere per l'Istituto Zooprofilattico di Teramo. Messieri fu molto contento di questa proposta perché, essendo io comunista, ero molto discriminato in quel periodo. Avevo la possibilità di entrare anche all'Istituto Superiore di Sanità ma scelsi Teramo perché potevo portare con me il mio cane. Così feci il concorso nel 1949 e iniziai a lavorare nel 1950 come assistente, l'unico assistente di ruolo. Sono rimasto a Teramo fino al 1962. Durante gli anni della mia permanenza a Teramo le nostre famiglie sono state molto legate perché vivevamo entrambi in Istituto, ma anche dopo ci siamo sempre frequentati”.

 

È notizia di oggi che il Centro Regionale di riferimento Veterinario per le Emergenze non Epidemiche (CeRVEnE) della Regione Campania ha voluto intitolare al prof. Mantovani il Centro e dedicargli il primo numero del periodico “Il CeRVEnE” in uscita il prossimo 9 marzo, con l’intento di dare continuità ai suoi insegnamenti nel settore della Disastrologia Veterinaria di cui è considerato il fondatore, nonché il fautore dell’ingresso della Veterinaria nel Dipartimento di Protezione Civile.

 

La sua prima esperienza di intervento sul campo è stata in occasione del terremoto dell’Irpinia del 1980 quando partì da Bologna con mezzi di fortuna in compagnia di sei colleghi per fronteggiare le emergenze veterinarie connesse al tremendo sisma, dovendo affrontare subito gravi problemi relativi all’igiene degli alimenti, al randagismo e all’assistenza alle mense. L’esperienza maturata in quel terremoto gli ha consentito di porre le basi della Disastrologia Veterinaria e di definire un modello di intervento dei servizi veterinari nelle catastrofi per la gestione dell’emergenza in cui sono pianificate le attività, elaborati protocolli specifici e i modelli operativi da utilizzare per la gestione di successive emergenze. Il modello, reso ufficiale nel marzo del 1992 con una circolare del Ministero della Sanità, evidenziava la necessità di un’organizzazione territoriale in grado di far fronte alle emergenze. Sempre nel ’92 fu istituito il Servizio Nazionale di Protezione Civile e con esso la Commissione Grandi Rischi: per il rischio sanitario venne nominato quale componente proprio il prof. Mantovani.

 

 

6 marzo 2018 (MG)

 
 
 
 
© IZSAM Marzo 2018
 
 
 
 
Notizie sull'argomento

Pubblicato il bando del X Premio Speciale IZSAM G. Caporale

La decima edizione del Premio per un filmato sulla relazione uomo-animale, nell’ambito del Premio Internazionale della Fotografia Cinematografica “Gianni Di Venanzo” è indirizzato agli studenti delle scuole italiane di ogni ordine e grado e delle Università.

 

Collaborazione con l'Università di Glasgow sulla Bluetongue

Il Centre for Virus Research dell’Università scozzese e l’IZSAM hanno sottoscritto un accordo quinquennale di collaborazione scientifica che ha portato a Teramo, per tre mesi, il veterinario patologo dott.ssa Vanessa Herder.

 

Benessere animale durante la macellazione di bovini, suini e ovini

Dal 19 al 22 febbraio si è svolto a Barcellona il primo dei 7 corsi di formazione, organizzato dall’IZSAM in partenariato con l’Università degli Studi di Milano, nell’ambito dell’Iniziativa “Better Training for Safer Food” della Commissione Europea.

 

 
 
 
 

Istituto Zooprofilattico Sperimentale

dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale"

 

Campo Boario | 64100 TERAMO | ITALIA

Telefono 0039.0861.3321 | Fax 0039.0861.332251

e-mail: archivioeprotocollo@izs.it

Posta elettronica certificata: protocollo@pec.izs.it

Partita IVA: 00060330677

Codice Fiscale: 80006470670