L'IZSAM in Tunisia

 

 

L’IZS dell’Abruzzo e del Molise ha partecipato al primo congresso internazionale dell’Università Nazionale di Medicina Veterinaria di Sidi Thabet (Tunisi), che si è tenuto a Tunisi il 23 e 24 marzo, sotto il patrocinio del Ministero dell’Agricoltura, delle Risorse idriche e della Pesca del Paese nordafricano.

Un intenso programma ha raccolto l’adesione di circa 300 partecipanti interessati ad approfondire tematiche di sanità e benessere animale, sicurezza alimentare, clinica e chirurgia veterinaria.

Il dott. Paolo Dalla Villa dell’IZSAM ha aperto la sessione dedicata al benessere animale, con una presentazione sull'evoluzione delle politiche comunitarie e internazionali per la protezione degli animali in risposta alla crescenti aspettative dei cittadini e dei consumatori: elemento essenziale per la sostenibilità del settore agroalimentare, fattore di competitività e valore aggiunto per le produzioni zootecniche.

 

Oltre 60 tra studenti e ricercatori hanno animato la tavola rotonda pomeridiana, focalizzando l’attenzione su allevamento, trasporto e macellazione degli animali da produzione, gestione dei selvatici e controllo del randagismo quali temi più rilevanti da affrontare in maniera integrata a livello educativo, economico e normativo.

 

L’evento di Tunisi rafforza il rapporto di collaborazione tra l’Istituto e l’ateneo tunisino, iniziato nel 2016 con la visita a Teramo del prof. Ouajdi Souilem del luglio 2016 dove ha incontrato il DG Mauro Mattioli e i ricercatori dell’IZSAM, su invito della Rappresentanza sub-regionale OIE per il Nord Africa di Tunisi.

Il prof. Souilem, promotore del convegno, è titolare della cattedra di Fisiologia all’Università di Sidi Thabet nonché vice rettore dell’Università Manouba. Il suo interesse è particolarmente focalizzato sui modelli di gestione degli animali da compagnia e prevenzione del randagismo, fenomeno in espansione nel Paese nordafricano, fonte di preoccupazione per la sanità pubblica e tema di scontro sociale legato all’abbattimento indiscriminato come metodo di controllo della popolazione canina vagante.

 

Da sottolineare anche la partecipazione al congresso dell’ufficio sub-regionale dell’OIE per l’Africa del Nord, che ha presentato le attività dell’OIE nel campo della formazione veterinaria a livello mondiale: un’ulteriore opportunità, nel quadro delle attività di cooperazione dell’IZSAM nel bacino del mediterraneo, per la promozione della sanità pubblica veterinaria quale fattore di sviluppo socio-economico a livello internazionale.

 

 

28 marzo 2017 (MG)

 
Visualizza la galleria
 
 
 
© IZSAM Aprile 2017
 
 
 
 
Notizie sull'argomento

Prosegue l'impegno dell'IZSAM nell'ex zona rossa di C.da Caldari

Ulteriore sopralluogo del personale dell’Istituto nell’ex zona rossa di C.da Caldari di Ortona per il prosieguo delle attività relative allo studio sierologico sulla diffusione del COVID-19.

 

Pubblicati dall'AICS i risultati 2019 del progetto in Mozambico

Pubblicata dall’Agenzia Italiana per la cooperazione allo sviluppo in Mozambico, Malawi e Zimbabwe la relazione annuale 2019: presente anche il Progetto di gemellaggio con l’IZSAM.

 

Sospensione attività per chiusura estiva

L’istituto sospende le attività dal 10 al 22 agosto, pertanto dal 4 agosto 2020 non saranno accettati nuovi campioni o materiali, ad eccezione di quelli la cui lavorazione sia assolutamente urgente.

 

 
 
 
 

Istituto Zooprofilattico Sperimentale

dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale"

 

Campo Boario | 64100 TERAMO | ITALIA

Telefono 0039.0861.3321 | Fax 0039.0861.332251

e-mail: archivioeprotocollo@izs.it

Posta elettronica certificata: protocollo@pec.izs.it

Partita IVA: 00060330677

Codice Fiscale: 80006470670