Laboratorio di contenimento BSL2 e Laboratorio di massimo contenimento BSL4

 

L’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise “G. Caporale” è stato individuato dal Ministero della Salute come Centro di Referenza Nazionale per lo Studio delle Malattie Esotiche (CESME), per l’intero territorio nazionale. I compiti e le funzioni del CESME sono molti e di notevole rilevanza tecnico scientifica. Fra gli altri, l’IZSAM è chiamato a rispondere nel caso in cui si sospettasse l’arrivo di una malattia esotica, cioè non presente fino a qual momento sul territorio nazionale. In tale caso, è necessario mettere in essere tutte le attività tese a fare diagnosi di certezza e a evitare eventuali trasmissioni agli animali e/o all’uomo. Quindi, non solo bisogna intervenire immediatamente per fare diagnosi, ma bisogna anche utilizzare tutti i dispositivi che sono necessari per evitare qualsiasi problema di diffusione dell’infezione.

A tale scopo si è deciso di dotare l’IZSAM di una struttura trasportabile costituita da un laboratorio di classe BSL2 destinato al controllo di farmaci e vaccini ad uso veterinario e di un laboratorio BSL4 ad alto contenimento biologico, per la manipolazione di patogeni a rischio di diffusione e di contagio per l’uomo, gli animali e l’ambiente. La struttura, unica in Italia in ambito veterinario, dispone di dotazioni strumentali per l’effettuazione di attività diagnostiche su campioni di materiale biologico e per la ricerca, l'identificazione e la caratterizzazione di microrganismi. Due sono le caratteristiche fondamentali: la conformità agli standard internazionali in materia di biosicurezza e la possibilità di essere delocalizzato in caso di necessità.

 
 

Per quali finalità

L’aumento della movimentazione di persone, animali e merci genera un rischio sempre più elevato di diffusione di agenti patogeni. In alcuni casi la manipolazione del materiale potenzialmente infetto richiede strutture che garantiscano il confinamento dell’eventuale agente patogeno al fine di proteggere gli operatori e l’ambiente.

A tale scopo l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise “G. Caporale” (IZSAM) si è dotato di tale laboratorio di massimo contenimento biologico per assolvere ai compiti conferiti nell’ambito del mandato come Centro di Referenza Nazionale per lo Studio delle Malattie Esotiche degli animali (CESME).

Le strategie di intervento nei confronti delle malattie infettive potrebbero richiede la disponibilità di una simile struttura nelle aree dove tali malattie sono endemiche. Per tale motivo i laboratori sono stati progettati e costruiti per essere trasportati e utilizzati nell’area di intervento, in condizioni di sicurezza biologica.

 
 

Una struttura tecnologica all'avanguardia

Il Laboratorio trasportabile è collocato in un’area appositamente preposta della sede centrale dell’IZSAM. Allo scopo di consentire il suo rapido trasferimento nei casi di emergenza sanitaria, è stato strutturato in tre container di tipo ISO navale. In due di essi (Moduli 1 e 2) sono presenti due laboratori con la strumentazione per manipolare microrganismi altamente patogeni, in ambienti sterili, a pressione controllata e a tenuta stagna. Nel terzo container (Modulo di servizio) sono collocati gli apparati per il funzionamento dei due laboratori (gruppi elettrogeno e frigorifero, condizionatore d’aria, quadro elettrico, gruppo filtrazione aria, bombolaio).

Dei due container, adibiti ciascuno a laboratorio, il Modulo 1 ospita il Laboratorio per la manipolazione degli agenti biologici di classe di rischio 4 (Laboratorio di massimo contenimento BSL4) e il Modulo 2 ospita il Laboratorio per la manipolazione degli agenti di classe di rischio 2 (Laboratorio di contenimento BSL2), eventualmente presenti in farmaci di uso veterinario e vaccini.

 
 

Il Laboratorio trasportabile è conforme alle Normative e Prescrizioni di Legge vigenti per la seguente classificazione:

 

  • Modulo 1 classe isolamento BSL4 secondo UNI EN 12128
  • Modulo 2 classe isolamento BSL2 secondo UNI EN 12128

 

I Moduli 1 e 2 sono in classe ambientale “D” secondo GMP/CEE per la contaminazione particellare e biologica. Questa prerogativa consente di utilizzare il Modulo 2 come ambiente per analisi di campioni in condizioni di sterilità effettuate mediante l’utilizzo di cappe barrierate.

 

All’interno dei Moduli 1 e 2 sono presenti speciali apparecchiature per consentire lavorazioni con materiali biologici potenzialmente patogeni per uomo e animale, in condizioni di sterilità e totale sicurezza.

Sono previsti, pertanto:

Modulo 1

  • cappa biohazard classe III secondo UNI BS EN 12469
  • cappa biohazard classe II secondo UNI BS EN 12469

 

Modulo 2:

  • isolatore in pressione negativa classe PCL4 secondo UNI EN 12128
  • cappa biohazard classe II secondo UNI BS EN 12469 per lavorazioni in sterilità di materiale biologico

 

Il Modulo 1 è stato progettato per il funzionamento costante in pressione negativa e a tenuta verso l’ambiente esterno. Il Modulo 2 è in pressione positiva sia verso l’ambiente esterno sia verso il Modulo 2. L’accesso ai moduli è consentito solo al personale autorizzato.

 
 
 
© IZSAM Ottobre 2016
 
 
 
 
 

Istituto Zooprofilattico Sperimentale

dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale"

 

Campo Boario | 64100 TERAMO | ITALIA

Telefono 0039.0861.3321 | Fax 0039.0861.332251

e-mail: comunicazione@izs.it

Posta elettronica certificata: protocollo@pec.izs.it

Partita IVA: 00060330677

Codice Fiscale: 80006470670