Laboratorio di Referenza OIE per la Pleuropolmonite Contagiosa Bovina

 

L’IZS dell'Abruzzo e del Molise “G. Caporale” è stato riconosciuto dall'OIE Laboratorio di Referenza per la Pleuropolmonite Contagiosa Bovina (LR OIE PPCB) a seguito dell’esperienza e delle competenze tecnico scientifiche dell’istituto, anche espresse in occasione della comparsa della malattia in Italia nel 1990 e della immediata eradicazione dell’infezione nel 1993. Al laboratorio afferiscono i reparti di Microbiologia Diagnostica, Anatomo-istopatologia, Batteriologia, Sierologia, Innovazione e Sviluppo, Produzione, Epidemiologia e Formazione. Sulla base del mandato, i compiti del Laboratorio di Referenza OIE possono essere sintetizzati come segue:

 

  • utilizzare, promuovere e diffondere metodi diagnostici validati in accordo agli Standard internazionali definiti dall’OIE;
  • standardizzare ed armonizzare i test diagnostici usati per confermare o escludere i sospetti di infezione ed i sosteii focolai, come Fissazione del Complemento, ELISA, Immunoblotting, isolamento del microrganismo, tipizzazione classica, PCR tradizionale e Real time per evidenziazione DNA del Mmm e sua tipizzazione, genotipizzazione dei ceppi di Mmm;
  • effettuare attività di ricerca sullo studio della patogenesi della PPCB sia in vitro sia in vivo;
  • collaborare attivamente con gruppi di ricerca internazionali operanti nell’ambito della PPCB;
  • organizzare e partecipare a circuiti interlaboratorio, mirati a validare nuovi test diagnostici e verificare e monitorare le performances dei test diagnostici in uso;
  • promuovere la creazione di network con altri LROIE e Laboratori Centrali Veterinari in Paesi in cui la malattia è presente, così come si è fatto in Africa del Sud dove il National Veterinary Laboratory di Gaborone, Botswana, supportato da questo LR ha organizzato un network che coinvolge, oltre ai due LR OIE anche Angola, Namibia e Zambia;
  • contribuire alla revisione del Manual of Diagnostic Tests and Vaccines for Terrestrial Animals and Terrestrial Animal Health Code, come richiesto dall’OIE;
  • promuovere e migliorare il Sistema di Assicurazione della Qualità nei Laboratori, per le prove diagnostiche;
  • stimolare l’applicazione delle norme di biosicurezza e di contenimento biologico appropriate per la manipolazione dell’agente eziologico;
  • fornire, nell’ambito delle competenze riconosciute, formazione scientifica e tecnica al personale proveniente da Istituzioni dei Paesi Membri dell’OIE;
  • fornire formazione scientifica e tecnica per il personale di altre nazioni anche attraverso progetti di gemellaggio (OIE Laboratory Twinning Project);
  • garantire l’applicazione dei principi dell’assicurazione qualità nei laboratori;
  • organizzare e partecipare ad eventi scientifici su mandato dell’OIE;
  • erogare formazione teorica ed on the job del personale di Laboratori Veterinari, impegnato nel controllo e nell’eradicazione della PPCB; attività costantemente effettuata presso la sede del LR per personale di laboratori africani inviati dall’International Atomic Energy Agency; contestualmente personale tecnico del LR effettua periodi formativi in loco a seguito di richiesta dei Paesi membri;
  • raccogliere, processare, analizzare, pubblicare e diffondere i dati e le informazioni relativi alla ricerche scientifiche effettuate nel laboratorio attraverso la pubblicazione dei dati su riviste internazionali;
  • fornire consulenza al Ministero della Salute, all’OIE, alla FAO e ad altre Istituzioni internazionali.
 
 
 
© IZSAM Ottobre 2016
 
 
 
 
Notizie sull'argomento

Determinazione delle specie animali nei prodotti alimentari

Il dott. Ouled Ahmed Hatem dell’Institut de la Recherche Vétérinaire de Tunisie si è formato in Istituto sui metodi di determinazione delle specie animali nei prodotti alimentari destinati al consumo umano.

 

A Teramo per il Benessere Animale in Sudafrica

Con la visita formativa in Istituto di due ricercatori sudafricani si avvia alla conclusione il progetto di gemellaggio dell’Organizzazione Mondiale della Sanità Animale sul benessere animale tra l’IZSAM e l’Università di Pretoria.

 

Aqualife: ecosistemi dipendenti dalle acque sotterranee

Ricercatori dell’IZSAM hanno partecipato al Convegno conclusivo del progetto Aqualife, dove hanno presentato il poster “Chemical contamination within the water catchment area of the Aterno-Pescara: comparison between Macroinvertebrates and Fish”.

 

 
 
 
 

Istituto Zooprofilattico Sperimentale

dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale"

 

Campo Boario | 64100 TERAMO | ITALIA

Telefono 0039.0861.3321 | Fax 0039.0861.332251

e-mail: archivioeprotocollo@izs.it

Posta elettronica certificata: protocollo@pec.izs.it

Partita IVA: 00060330677

Codice Fiscale: 80006470670