Al via la formazione in entomologia

 

 

Le malattie trasmesse da vettori rappresentano un importante problema di sanità pubblica, basti ricordare che l’OMS stima che ogni anno causano oltre 1 miliardo di casi umani e 1 milione di morti. In Italia sono presenti malattie trasmesse da vettori autoctone, come la West Nile Disease che nel 2018 ha fatto registrare 595 casi di infezione nell’uomo con 238 forme neuroinvasive, la leishmaniosi viscerale e la leishmaniosi cutanea, oltre alle malattie trasmesse da vettori prevalentemente di importazione come Chikungunya, Dengue e Zika: sempre più spesso queste ultime causano focolai autoctoni, ad esempio l’outbreak da virus Chikungunya verificatosi in Italia nel 2017 con più di 400 casi notificati.

 

Queste epidemie hanno evidenziato tutte le criticità in ambito entomologico, con difficoltà a effettuare interventi di sorveglianza e controllo efficaci e la mancanza di un sistema di verifica dei risultati. Da qui l’esigenza di formare personale in grado di coordinare l’applicazione delle misure di sorveglianza e controllo dei vettori in modo omogeneo a livello nazionale, valutarne i risultati e favorire la messa in rete delle diverse istituzioni nell’implementazione degli interventi necessari a contrastare la proliferazione delle zanzare e a limitare la circolazione virale in caso di eventuale epidemia.

 

Per questi motivi l’IZSAM, in partenariato con l’IZS della Lombardia e dell’Emilia-Romagna, la Regione Emilia-Romagna e l’Istituto Superiore di Sanità (in qualità di capofila), ha stipulato un accordo di collaborazione con la Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria del Ministero della Salute per la realizzazione del progetto “Rafforzare la formazione in entomologia di sanità pubblica degli operatori del SSN: identificazione, metodiche di sorveglianza e di controllo”. Le figure professionali formate saranno parte attiva del processo di potenziamento dell’entomologia di sanità pubblica e a loro volta andranno a formare ulteriori colleghi e a consolidare la rete dei Focal Point a livello nazionale.

 

La prima sessione del corso di formazione si è tenuta dall’11 al 13 settembre nel Centro Internazionale per la Formazione e l’Informazione Veterinaria “Francesco Gramenzi” di Teramo. La seconda sessione, calendarizzata il 21 e 22 ottobre 2019, sarà focalizzata sulle esercitazioni pratiche: dalla collocazione e attivazione delle trappole per zanzare e flebotomi nei siti di cattura, alla raccolta e gestione dei campioni per la ricerca di patogeni e alla successiva analisi dei dati raccolti. Particolare attenzione sarà dedicata alla comunicazione del rischio nelle attività di prevenzione e in caso di emergenze.

L’evento formativo si caratterizza per la presenza di docenti provenienti dalle massime istituzioni in ambito entomologico tra cui il Ministero della Salute, l’ISS, l’Istituto Spallanzani per le malattie infettive, l’Università La Sapienza di Roma e l’IZSLER. Il corso è accreditato ECM con 39,4 crediti per le figure professionali del medico veterinario, del medico chirurgo, del biologo, del tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro e del tecnico sanitario di laboratorio biomedico.

 

 

18 settembre 2019 (MG)

 
Visualizza la galleria
 
 
 
© IZSAM Settembre 2019
 
 
 
 
Notizie sull'argomento

VIII Convegno Nazionale SIRAM

La manifestazione organizzata dalla Società Italiana di Ricerca Applicata alla Molluschicoltura (SIRAM) si è tenuta a La Spezia venerdì 8 e sabato 9 novembre 2019. Tra i relatori un’esperta del Laboratorio Ecosistemi Acquatici e Terrestri dell’IZSAM.

 

In Tunisia il secondo meeting ERFAN

A due mesi dall’incontro di Windhoek, l’IZSAM ha organizzato a Tunisi il secondo meeting in qualità di Segretariato di Enhancing Research For Africa Network: la rete scientifica composta da 29 Istituzioni veterinarie africane e italiane.

 

L’Istituto al Career Day UNITE 2019

Per il secondo anno consecutivo l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale “G. Caporale” ha preso parte al Career Day 2019, iniziativa promossa dall’Università degli Studi di Teramo.

 

 
 
 
 

Istituto Zooprofilattico Sperimentale

dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale"

 

Campo Boario | 64100 TERAMO | ITALIA

Telefono 0039.0861.3321 | Fax 0039.0861.332251

e-mail: archivioeprotocollo@izs.it

Posta elettronica certificata: protocollo@pec.izs.it

Partita IVA: 00060330677

Codice Fiscale: 80006470670