Progettazione

 

L’attività di progettazione riveste da sempre per l’Istituto un’importanza strategica; negli ultimi 25 anni un marcato orientamento internazionale si è reso necessario e continua ad essere indispensabile, per rispondere alle sfide derivanti dalla continua evoluzione del contesto   socio‑ambientale,   dai   cambiamenti climatici e dalla progressiva globalizzazione dei mercati. Questi aspetti hanno reso imprescindibile un approccio sovranazionale nella tutela della salute delle popolazioni animali, nella valutazione del rischio derivante dagli scambi internazionali degli animali e dei loro prodotti e, in definitiva, nella tutela della salute dell’uomo.

 

Nell’arco dell’ultimo quinquennio i progetti, a cui l’Istituto ha preso parte, hanno avuto un ruolo rilevante, sia in relazione al personale impiegato sia in termini di capacità economica al di fuori dei canali classici (statali e regionali). Sono stati portati avanti 162 progetti, di cui 52 internazionali e 110 nazionali, che hanno determinato un’autonoma capacità di finanziamento di circa 20 milioni di euro pressoché equamente suddivisi tra l’ambito nazionale e quello internazionale.

 

Il fulcro dell’attività progettuale è rappresentato dalle aree in via di sviluppo, dove l’Istituto fornisce da anni assistenza tecnica e trasferisce conoscenze per l’adeguamento alle norme internazionali, il controllo delle malattie trasmissibili all’uomo, il commercio degli animali e dei prodotti derivati a tutela dei consumatori e per l’adeguamento dei laboratori. America Latina, Africa ed Europa dell’Est rappresentano le aree a cui l’Istituto ha dedicato il maggiore impegno mediante consistenti risorse umane e finanziarie.

 

 
 
 
© IZSAM Agosto 2017
 
 
 
 
Notizie sull'argomento

Ricerca e innovazione nell’area mediterranea

L’Istituto, assieme a partner scientifici francesi, egiziani e tunisini, si è aggiudicato come capofila un importante progetto europeo finalizzato a individuare tempestivamente le nuove incursioni del virus della Bluetongue nel Bacino del Mediterraneo.

 

Approccio One Health nella sorveglianza di zoonosi emergenti o riemergenti

Al CIFIV di Teramo si è svolto il Workshop on surveillance of emerging arboviruses in the Mediterranean Region under a “One Health” approach, nell’ambito del progetto europeo MediLabSecure coordinato dall’Istituto Pasteur.

 

Career Day UNITE 2018: studenti e laureati incontrano l'Istituto

Il 6 dicembre, all’Università degli Studi di Teramo, si è tenuto il Career Day 2018: un momento di scambio e confronto tra aziende ed enti del territorio e di opportunità lavorativa per giovani studenti e laureati.

 

 
 
 
 

Istituto Zooprofilattico Sperimentale

dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale"

 

Campo Boario | 64100 TERAMO | ITALIA

Telefono 0039.0861.3321 | Fax 0039.0861.332251

e-mail: archivioeprotocollo@izs.it

Posta elettronica certificata: protocollo@pec.izs.it

Partita IVA: 00060330677

Codice Fiscale: 80006470670