Aragosta nei fondali di Cologna

 
Aragosta (foto di Giuseppe Di Filippo)

Il 15 settembre 2009, durante un'immersione notturna sulle barriere artificiali sommerse di Cologna (TE), il signor Giuseppe Di Filippo si è imbattuto in una Aragosta.

Questo Crostaceo è segnalato "comune prevalentemente nel litorale roccioso profondo delle coste ripide tra i 40 e i 70 m di profondità (Riedl, 1991)" e quindi la sua presenza a 15 m di profondità, a meno di 3 miglia dalla costa, rappresenta una segnalazione di notevole importanza.

Le barriere artificiali di Cologna, costituite da massi e cubi in calcestruzzo, sono state istallate dalla Provincia di Teramo per la protezione e il ripopolamento delle risorse acquatiche a vantaggio della pesca professionale.


L'Istituto G. Caporale effettua un monitoraggio scientifico per verificare l'efficacia delle strutture ai fini del ripopolamento, basandosi su catture con reti da posta e con canne da pesca, in collaborazione con pescatori professionisti e pescatori sportivi. I risultati del monitoraggio stanno dimostrando che le aree interessate dalle barriere hanno una maggiore biodiversità, ospitando anche specie alloctone caratteristiche dei fondali rocciosi. La conferma arriva anche dai pescatori, professionisti e non, che frequentano la zona e si avvantaggiano della cattura di specie di pregio come Ombrine, Corvine, Saraghi, Pagelli e Tanute.
 
 
 
© IZSAM Agosto 2016
 
 
 
 
Notizie sull'argomento

Pubblicato il bando del X Premio Speciale IZSAM G. Caporale

La decima edizione del Premio per un filmato sulla relazione uomo-animale, nell’ambito del Premio Internazionale della Fotografia Cinematografica “Gianni Di Venanzo” è indirizzato agli studenti delle scuole italiane di ogni ordine e grado e delle Università.

 

Collaborazione con l'Università di Glasgow sulla Bluetongue

Il Centre for Virus Research dell’Università scozzese e l’IZSAM hanno sottoscritto un accordo quinquennale di collaborazione scientifica che ha portato a Teramo, per tre mesi, il veterinario patologo dott.ssa Vanessa Herder.

 

Benessere animale durante la macellazione di bovini, suini e ovini

Dal 19 al 22 febbraio si è svolto a Barcellona il primo dei 7 corsi di formazione, organizzato dall’IZSAM in partenariato con l’Università degli Studi di Milano, nell’ambito dell’Iniziativa “Better Training for Safer Food” della Commissione Europea.

 

 
 
 
 

Istituto Zooprofilattico Sperimentale

dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale"

 

Campo Boario | 64100 TERAMO | ITALIA

Telefono 0039.0861.3321 | Fax 0039.0861.332251

e-mail: archivioeprotocollo@izs.it

Posta elettronica certificata: protocollo@pec.izs.it

Partita IVA: 00060330677

Codice Fiscale: 80006470670