Benessere animale negli allevamenti di polli allevati per la produzione di carni

 

 

Dal 13 al 16 novembre a Malmö, in Svezia, si è svolta la prima edizione del corso di formazione “Benessere animale negli allevamenti di polli allevati per la produzione di carni”, organizzato dall’IZSAM in partenariato con l’Università degli Studi di Milano e finanziato dalla Consumers, Health, Agriculture and Food Executive Agency (CHAFEA) della Direzione Generale per la Salute e la Sicurezza degli Alimenti della Commissione Europea (DG SANTE), nell’ambito dell’iniziativa “Better Training for Safer Food” (BTSF).

 

Si tratta dell’ultimo evento formativo del 2018, il quinto dei 12 corsi previsti per il biennio 2018-2019: corsi di formazione di livello base e avanzato sul benessere degli animali, dall’allevamento al trasporto, dalla macellazione all’abbattimento per ragioni sanitarie o disastri naturali. I percorsi di apprendimento sono destinati a 360 veterinari ufficiali con l’obiettivo di migliorare l’applicazione armonizzata della legislazione europea sul benessere animale, attraverso un processo pratico e interattivo basato sulla valorizzazione e sulla condivisione delle competenze degli esperti e dei partecipanti.

 

I lavori sono stati aperti dalla dott.ssa Anna E Andersson, capo facente funzione della Unità dello Swedish Board of Agriculture, che ha dato l’indirizzo di benvenuto. 30 i veterinari ufficiali, selezionati dai relativi National Contact Points, che hanno partecipato al corso in rappresentanza di 25 tra Stati membri dell’Unione Europea e Paesi extra europei quali Argentina, Bosnia ed Herzegovina, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Ungheria, Islanda, Irlanda, Italia, Lettonia, Malta, Montenegro, Polonia, Romania, Slovacchia, Slovenia, Sud Africa, Spagna, Svezia, Ex Repubblica Jugoslava di Macedonia, Turchia.

Undici esperti europei delle autorità di controllo, del mondo accademico e della ricerca, e dei portatori di interesse hanno sviluppato un programma didattico di taglio pratico, incentrato sul miglioramento delle competenze dei veterinari ufficiali addetti al controllo del benessere animale, in particolare durante le fasi di allevamento dei polli, secondo quanto previsto dalla Direttiva 2007/43/CE del Consiglio dell’Unione Europea, che stabilisce norme minime per la protezione dei polli allevati per la produzione di carne. Nel corso è stato adottato un approccio problem solving e partecipativo, in particolare la metodologia OPERA che consiste in un lavoro di gruppo atto a far emergere temi rilevanti, trasversali e di interesse comune, a partire dai fattori critici relativi all’implementazione della già citata Direttiva 2007/43/CE.

 

Alle lezioni teoriche sono stati affiancati momenti di discussione, attività di gruppo e in plenaria per la soluzione di casi-studio e, infine, esercitazioni di campo in due strutture svedesi: un allevamento di polli e uno stabilimento di macellazione di polli che hanno offerto la propria disponibilità ad accogliere partecipanti ed esperti. Il prossimo evento formativo sarà un corso avanzato sul benessere animale nella macellazione di bovini, suini, ovini e caprini, in programma a Barcellona dal 19 al 22 febbraio 2019. Per maggiori informazioni: https://www.btsftraining.izs.it/ - e-mail: 20169606aw@izs.it.

 

 

21 novembre 2018 (MG)

 
Visualizza la galleria
 
 
 
© IZSAM Novembre 2018
 
 
 
 
Notizie sull'argomento

Prosegue l'impegno dell'IZSAM nell'ex zona rossa di C.da Caldari

Ulteriore sopralluogo del personale dell’Istituto nell’ex zona rossa di C.da Caldari di Ortona per il prosieguo delle attività relative allo studio sierologico sulla diffusione del COVID-19.

 

Pubblicati dall'AICS i risultati 2019 del progetto in Mozambico

Pubblicata dall’Agenzia Italiana per la cooperazione allo sviluppo in Mozambico, Malawi e Zimbabwe la relazione annuale 2019: presente anche il Progetto di gemellaggio con l’IZSAM.

 

Sospensione attività per chiusura estiva

L’istituto sospende le attività dal 10 al 22 agosto, pertanto dal 4 agosto 2020 non saranno accettati nuovi campioni o materiali, ad eccezione di quelli la cui lavorazione sia assolutamente urgente.

 

 
 
 
 

Istituto Zooprofilattico Sperimentale

dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale"

 

Campo Boario | 64100 TERAMO | ITALIA

Telefono 0039.0861.3321 | Fax 0039.0861.332251

e-mail: archivioeprotocollo@izs.it

Posta elettronica certificata: protocollo@pec.izs.it

Partita IVA: 00060330677

Codice Fiscale: 80006470670