La gestione delle emergenze in sicurezza alimentare

 

 

La risposta rapida ed efficace ai focolai di malattie trasmesse dagli alimenti è uno dei temi centrali del Piano di Prevenzione 2014-2018 della Regione Abruzzo che ne individua le risorse, definendo i compiti, le responsabilità, le modalità d’intervento e di coordinamento dei diversi attori chiamati a operare. Per gestire un’emergenza che minaccia la sicurezza alimentare sono indispensabili una corretta organizzazione, una formazione specifica ex ante e conoscenze tecnico-scientifiche certificate. Caratteristiche che l’IZSAM trasferisce in tutto il mondo e per le quali viene chiamato spesso a intervenire, come durante il focolaio di Listeriosi del 2015-2016 nella Regione Marche, nel caso verificatosi a metà agosto del 2017 sulla contaminazione di uova provenienti dall’Olanda e in quello della gastroenterite da Campylobacter che la scorsa estate ha colpito gli alunni di oltre venti scuole di Pescara.

 

Nel campo della sicurezza alimentare l’Istituto è impegnato da anni nella formazione e nel trasferimento di conoscenze ai professionisti del settore. Dal 2 al 30 maggio si è svolta la prima fase del corso di formazione blended, ovvero in modalità mista e-learning e residenziale, “Gestire le emergenze (epidemiche e non) relative alla sicurezza alimentare e agli eventi straordinari” che il 5, 6 e 7 giugno concluderà con tre giornate in presenza. Il corso, di cui è responsabile scientifico il dott. Francesco Pomilio, è accreditato ECM con 50 crediti formativi, utilizza metodologie e strumenti innovativi, interattivi, progettati per favorire l’acquisizione di competenze tecnico-specialistiche e supportare la pratica lavorativa: centrale nel percorso formativo l’utilizzo delle linee guida “Toolkit for investigation and response to Food and Waterborne Disease Outbreaks dell’ECDC, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, tradotte e adattate al contesto nazionale e più specificatamente locale.

 

I beneficiari sono 32 professionisti del Servizio Sanitario abruzzese tra medici veterinari, chirurghi, biologi, tecnici sanitari di laboratorio biomedico e tecnici della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro, che alla fine del corso saranno in grado di realizzare piani di emergenza in materia di sicurezza alimentare secondo protocolli di collaborazione tra i diversi stakeholders del sistema: Autorità competenti locali, ospedali e laboratori diagnostici, laboratori deputati alla diagnostica e alla sorveglianza nel settore alimentare e veterinario. Da segnalare che nella seconda giornata di formazione i partecipanti, divisi in 4 gruppi e supportati da tutor/facilitatori dell’IZSAM, effettueranno esercizi di simulazione ispirati alle regole metodologiche della gamification in quattro aziende del territorio: il Salumificio Salpi di Ancarano (TE), l’Ipermercato Oasi di Piano D’Accio (TE), il Ristorante Resort Regis di Turrivalignani (PE) e il Mattatoio Comunale di Pescara.

 

 

5 giugno 2019 (MG)

 
 
 
 
 
© IZSAM Giugno 2019
 
 
 
 
Notizie sull'argomento

VIII Convegno Nazionale SIRAM

La manifestazione organizzata dalla Società Italiana di Ricerca Applicata alla Molluschicoltura (SIRAM) si è tenuta a La Spezia venerdì 8 e sabato 9 novembre 2019. Tra i relatori un’esperta del Laboratorio Ecosistemi Acquatici e Terrestri dell’IZSAM.

 

In Tunisia il secondo meeting ERFAN

A due mesi dall’incontro di Windhoek, l’IZSAM ha organizzato a Tunisi il secondo meeting in qualità di Segretariato di Enhancing Research For Africa Network: la rete scientifica composta da 29 Istituzioni veterinarie africane e italiane.

 

L’Istituto al Career Day UNITE 2019

Per il secondo anno consecutivo l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale “G. Caporale” ha preso parte al Career Day 2019, iniziativa promossa dall’Università degli Studi di Teramo.

 

 
 
 
 

Istituto Zooprofilattico Sperimentale

dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale"

 

Campo Boario | 64100 TERAMO | ITALIA

Telefono 0039.0861.3321 | Fax 0039.0861.332251

e-mail: archivioeprotocollo@izs.it

Posta elettronica certificata: protocollo@pec.izs.it

Partita IVA: 00060330677

Codice Fiscale: 80006470670