OIE: stato ufficiale delle malattie degli animali del maggio 2018

 

L'Organizzazione mondiale della sanità animale (OIE)lo scorso maggio ha pubblicato la situazione sullo stato sanitario ufficiale dei Paesi Membri per sei malattie prioritarie degli animali (Peste equina, Afta epizootica, Encefalopatia spongiforme bovina, Peste dei piccoli ruminanti, Peste suina classica, Pleuropolmonite contagiosa bovina. Questo documento è di fondamentale importanza per i paesi membri dell'OIE.

 

Gli stati sanitari ufficiali dell’OIE rispecchiano il livello di trasparenza e buona qualità dei servizi veterinari del paese, incrementano il valore del suo bestiame e consentono al paese l'accesso ai mercati regionali e internazionali. L'OIE, infatti, è riconosciuta dall'Organizzazione mondiale del commercio (OMC) come l’Organizzazione di riferimento per la definizione degli standard nel campo della salute degli animali.

 

Quest'anno l'Assemblea mondiale dei delegati dell'OIE ha approvato la certificazione di 10 Paesi per il riconoscimento ufficiale dello status di malattia:

- l’Argentina, la Bulgaria e il Costa Rica sono stati riconosciuti come "indenni da peste suina classica"

- Il Madagascar, il Perù e l'Uruguay sono stati riconosciuti come "indenni da Peste des petits ruminants"

- il Nicaragua è stato riconosciuto come "a rischio trascurabile per encefalopatia spongiforme bovina"

- il Perù e il Suriname, sono stati ufficialmente riconosciuti come "liberi dall'afta epizootica senza vaccinazione"

- una zona in Brasile e una in Taipei cinese sono state ufficialmente riconosciute come "libere dall’afta epizootica con l’intervento vaccinale".

 

Approfondimenti in materia sono disponibili al seguente sito:

http://www.oie.int/en/animal-health-in-the-world/official-disease-status/

 

Inoltre, sono state rese disponibili nuove "procedure per l'autodichiarazione" di indennità di malattia per paese; i documenti forniscono un metodo per migliorare la trasparenza e la visibilità, in modo tempestivo, dell'assenza di malattie nei paesi.

http://www.oie.int/en/animal-health-in-the-world/self-declared-disease-status/

 

 
Impossibile aprire il file: